Moto 2: Mv Agusta scarica Fenati. Manzi non accetta le scuse - IL VIDEO

Team Snipers rescinde contratto: "Comportamento inqualificabile, messo in pericolo vita pilota"

"MV Agusta non intende essere rappresentata da Fenati per il 2019, l'anno che vedrà il ritorno della Casa varesina nelle massime competizioni sportive, in particolare nel Campionato Mondiale Moto2. Sarà perciò rescisso l'accordo tra MV Agusta Reparto Corse Forward Racing Team e il pilota Romano Fenati": la notizia del divorzio tra il pilota marchigiano e la casa varesina è stata ufficializzata nel pomeriggio con una nota. "La grave scorrettezza compiuta da Romano Fenati ai danni di Stefano Manzi - si legge nella nota - avrà ripercussioni anche in futuro. Al di là, infatti, della bandiera nera in gara e della squalifica per due GP comminata dalla Direzione Gara, MV Agusta non intende essere rappresentata da Fenati per il 2019". "In anni di sport non ho mai visto un comportamento così pericoloso - le parole del presidente di MV Augusta, Giovanni Castiglioni - Un pilota simile non rappresenta minimamente i valori del nostro marchio. Per questo non vogliamo che sia lui a riportare in pista MV Agusta nel Motomondiale".

"Chiedo scusa a tutto il mondo sportivo. Questa mattina, a mente lucida, avrei voluto che fosse stato solo un brutto sogno. Penso e ripenso a quei momenti, ho fatto un gesto inqualificabile, non sono stato un uomo!". Renato Fenati ammette così la responsabilità nel gesto folle a Misano e chiede scusa. "Le critiche sono corrette e comprendo l'astio nei miei confronti - dice il pilota sul suo sito -. È uscita un'immagine di me e dello sport tutto, orribile. Io non sono cosí, chi mi conosce bene lo sa".

Nonostante le scuse, Manzi non perdona il rivale: "Un gesto del genere non deve mai essere commesso e nemmeno pensato - ha detto - è una mossa pericolosa e mette a rischio la vita degli altri piloti. Fenati - ha ricostruito - mi ha affiancato in rettilineo e con la sua mano sinistra ha tirato la mia leva del freno anteriore mentre viaggiavo a 217 chilometri orari, come ho fatto a rimanere in piedi, non lo so. E' un gesto imperdonabile".

"Possiamo comunicare che il Marinelli Snipers Team rescinde il contratto con il pilota Romano Fenati per il suo comportamento antisportivo, inqualificabile, pericoloso e dannoso per l'immagine di tutti. Con rammarico dobbiamo constatare che il suo gesto irresponsabile ha messo in pericolo la vita di un altro pilota e non può essere scusato in alcun modo".


''Il pilota - aggiunge la scuderia della Moto 2 - da questo momento, non parteciperà mai più ad una gara con il Marinelli Snipers Team. Il team, la Marinelli Cucine stessa, la Rivacold, tutti gli altri sponsor della squadra e tutto il gruppo di persone che lo ha sempre appoggiato, si scusano con tutti i tifosi del Motociclismo mondiale''. ''Il team - come fatto sapere da una comunicazione precedente - si dissocia da quanto espresso dal suo pilota di Moto2 e si scusa con il mondo dello sport per il pessimo esempio, con gli sponsor per l'immagine data, con i tifosi tutti per la delusione''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA