Governo etiope ad argento Rio "Torna"

Feyisa Lilesa si era autoesiliato nel 2016 con vecchio esecutivo

(ANSA) - ADDIS ABEBA, 15 AGO - Il maratoneta etiope in esilio subito dopo aver vinto la medaglia d'argento ai Giochi di Rio 2016 è stato invitato dal governo di Addis Abeba a "tornare a casa". Feyisa Lilesa catturò l'attenzione internazionale due anni fa alle Olimpiadi quando tagliò il traguardo con i polsi incrociati nel gesto delle manette, in segno di protesta per le persecuzioni contro l'etnia degli Oromo, tribù alla quale appartiene. Adesso, la Federazione etiopica di atletica e il comitato olimpico etiope, con il nuovo corso avviato dal primo ministro riformista, Abiy Ahmed, hanno invitato l'atleta a rientrare in Patria dicendosi pronti a dargli "l'accoglienza di un eroe". Feyisa si è auto-esiliato negli Usa dal 2016. "Finché questo governo resterà al potere, io non ho speranza di tornare", disse nel 2017. Il nuovo premier etiope Ahmed, di etnia Oromo come Feyisa, da quando si è insediato, ha portato riforme radicali in tutto il paese, invitando gli oppositori che vivono all'estero a tornare a casa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA