Doping: Putin, pressioni su Cio e Wada

Noi le rispettiamo, ma giudizi siano oggettivi

"Noi rispettiamo le organizzazioni sportive internazionali, come la Wada e il Cio, e al loro interno abbiamo molti amici. Ma noi sappiamo che su di loro vengono fatte pressioni, vere e proprie intimidazioni". Così il presidente russo Vladimir Putin nella conferenza stampa di fine anno in cui ha notato che "anche se sono costretti a fare qualcosa dovrebbero arrivare alle conclusioni basandosi su qualcosa di oggettivo". Putin si è poi domandato "quando sono comparsi i graffi" sui campioni incriminati, secondo le accuse manipolati dai russi. "Nominare Grigory Rodchenkov a capo della Rusada è stato "un errore, non c'è nulla da dire. E io so chi l'ha commesso" ha poi aggiunto il presidente russo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA