Cremlino:Punire dirigenti non è priorità

Per decisioni Cio su presunto doping di Stato:"Tuteliamo atleti"

(ANSA) - MOSCA, 6 DIC - Punire gli alti funzionari pubblici russi colpiti dal Cio per il presunto doping di Stato non è una priorità: lo ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov.
    "Con sicurezza - ha affermato Peskov - posso dire solo una cosa: questo tema non può essere prioritario, a essere prioritario è il tema della tutela degli interessi dei nostri atleti". E' su questo, ha detto il portavoce del Cremlino, che "dobbiamo concentrare completamente, e in primo luogo, tutti i nostri sforzi: tutto il resto è secondario".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA