N.1 comitato olimpico Brasile si dimette

Dopo arresto per compravendita voti per favorire Rio

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 11 OTT - Il numero uno del Comitato olimpico brasiliano, Carlos Nuzman, arrestato lo scorso 5 ottobre, ha rinunciato alla presidenza dell'ente.
    La lettera di dimissioni è stata letta oggi dall'avvocato di Nuzman, Sergio Mazzillo, durante l'assemblea straordinaria del Comitato realizzatasi oggi.
    Nuzman è finito in manette nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta compravendita di voti fra i delegati alla sessione Cio che nel 2009 dovevano assegnare i Giochi dello scorso anno, poi aggiudicati a Rio de Janeiro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA