Boxe:papà a Eubanks, piano con Blackwell

Invito ex pugile al figlio forse salva vita a avversario in coma

(ANSA) - LONDRA, 28 MAR - "Non colpirlo più in volto ma al corpo", un consiglio che forse ha salvato la vita a Nick Blackwell, il pugile britannico tenuto in coma farmacologica da domenica sera. A pronunciare questa frase è stato il padre del suo avversario, Chris Eubanks Sr, un ex pugile che accortosi della gravità della situazione è voluto intervenire. Così, prima della decima ripresa, è salito sul ring invitando il figlio, Chris Eubanks Jr, a non infierire sull'avversario già in gravi difficoltà. "Se l'arbitro non ferma l'incontro, non so cosa dirti. Ma ti dico questo, se non lo interrompe e tu continui a combattere così, finisce che si fa male sul serio", le parole rivolte al figlio da Eubank Sr che in un combattimento nel 1991 mando' in coma Michael Watson, rimasto poi gravemente disabile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA