• Serie A: Juve all'esame Lazio, Ancelotti al bivio Udine

Serie A: Juve all'esame Lazio, Ancelotti al bivio Udine

Cagliari può approfittare dei big match, Milan tenta di rialzarsi

La lotta per lo scudetto, almeno quello d'inverno, vive un fine settimana vibrante, in grado di lasciare strascichi importanti. La coppia Inter-Juventus, che si sorpassa e risorpassa in testa, ha fatto il vuoto ma le due romane hanno l'occasione di avvicinarsi. E potrebbe partecipare ad una futura ammucchiata anche il Cagliari, atteso in casa del Sassuolo. Quale sia l'esito di Inter-Roma, i bianconeri devono affrontare un duro test all'Olimpico con la Lazio, un esame anche per Maurizio Sarri che spera di sfruttare mentre a Udine il Napoli e il suo allenatore, Carlo Ancelotti, affrontano un bivio molto delicato.
    Gli altri appuntamenti vivaci del weekend riguardano tre gare: l'Atalanta riceve un Verona di grande qualità, c'è poi la sfida tra il rinvigorito Toro e una Fiorentina in grave difficoltà e infine il confronto tra il gagliardo Bologna e un Milan che sembra avviato alla risalita. Dopo la beffa di Cagliari la Sampdoria cerca punti nel difficile confronto con il Parma.
    Chiudono il turno due sfide salvezza: Lecce-Genoa e il confronto tra le ultime Spal-Brescia.

All'Olimpico si gioca la sfida più vibrante: la Juve ogni tanto mostra qualche crepa, Ronaldo non si sente più indispensabile e schiuma rabbia per il Pallone d'Oro a Messi. E rischia anche di fare la figura del comprimario con un Immobile scatenato. La Lazio sente di poter salire ancora con una squadra compatta e motivata. Sarri, senza Khedira ma con un De Ligt rinfrancato, sa che sarà dura e molto conterà anche la sfida tra i giocolieri argentini Correa e Dybala. Il tecnico toscano spera che il pungolo del sorpasso subito sia un elemento di "grande motivazione" ma le sei vittorie consecutive dei laziali non lo lasciano tranquillo per una trasferta tra le più insidiose.


    Molto delicato è il compito del Napoli, a una svolta cruciale della stagione che potrebbe costare la panchina ad Ancelotti, che ha la testa rivolta soprattutto alla gara interna col Genk che dovrebbe certificare gli ottavi di Champions. Si attende una prova matura dei partenopei, forse senza Koulibaly, con un Ruiz in crisi, anche perchè l'Udinese ha appena travolto il Bologna in Coppa Italia. Il Cagliari, col vento in poppa dopo il prodigioso recupero con la Samp bissato dal successo in Coppa Italia, vuole approfittare di eventuali passi falsi delle romane. Il Sassuolo conferma il baby Turati ma deve fare ancora a meno di Berardi ed e' capace di tutto: di fermare la Juve come di farsi eliminare dal Perugia.
   

Sano turnover per l'Atalanta in vista della Champions (Ilicic o Papu a riposo), ma Gasp sa che deve temere l'ira del Verona in una gara che potrebbe riservare sorprese. Il Torino, senza Belotti e con Zaza ormai separato in casa, sembra tornato tonico, ma a Montella non sara' perdonato un altro passo falso. Per la Fiorentina sara' comunque dura visto che mancheranno Pezzella, Ribery e il recupero di Chiesa non e' scontato.

Dopo l'impresa di Napoli anche il Bologna ha steccato in Coppa Italia, ma cio' non rassicura l'ex Pioli che sembra stia trascinando il Milan fuori dal guado. Gara equilibrata, con Piatek che forse sara' sostituito da Leao. Pronostico aperto anche tra la Samp che Ranieri sta rigenerando e un Parma che galleggia in acque tranquille pur con molte defezioni.

    Il Lecce, tranquillo dopo il successo di Firenze, ha subito una rotta in Coppa con la Spal: ora senza Lapadula riceve un Genoa in difficoltà, che ha preso due punti in cinque gare.
    Ancora piu' drammatica la sfida tra le ultime: la Spal ha una striscia negativa di tre pareggi e quattro sconfitte. Si gioca molto ricevendo il Brescia che ha cacciato Grosso richiamando Corini, con Joronen e Balotelli in dubbio.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA