Serie A: da Lukaku a De Ligt, tornano i top player

Tra i nuovi anche Rabiot e Ramsey; riecco Buffon e Balotelli

 Da Lukaku a De Ligt, la serie A accoglie un pugno di campioni, contesi dai top club europei, per rinforzare un campionato che non è più solo Juve-dipendente. I pezzi grossi, spesso a parametro zero, continuano a impreziosire la collezione bianconera, ma stavolta concludono transazioni importanti anche Inter e Napoli e, in misura minore, altre squadre.
    Due colpi da quasi 80 milioni segnano il mercato italiano 2019-2020 in maniera indelebile. Dopo l'arrivo trionfale di Ronaldo stavolta la Juventus pesca il jolly difensivo diciannovenne che ha incantato nella recente Champions.
    Dall'Ajax irrompe il gioiello De Ligt, 'enfant prodige' dei lancieri, dopo una trattativa lunga e articolata. Di pari spessore e con un tasso di difficoltà ancora maggiore l'affare che ha condotto Lukaku dal Manchester United all'Inter secondo il forte desiderio di Antonio Conte. L'avvento del gigante belga, conteso dalla Juve e da altri top club, cambia le gerarchie. L'Inter fa incetta di nuovi. Sfuma Dzeko (ora c'è una pista Sanchez), arrivano dall'estero l'affidabile Godin a parametro zero, oltre all'esterno austriaco Lazaro, temprato dalla Bundesliga. Per il futuro ecco il centrocampista francese Agoumé, definito con benevolenza il nuovo Pogba.
    Come in passato, la Juve si muove meglio di tutti coi parametri zero. Da mesi aveva già bloccato il gallese Ramsey dell'Arsenal, poi ha completato un centrocampo stellare col talento eccentrico del francese Rabiot. Completa l'opera il ritorno a casa di Buffon, dopo un anno di Psg. Via Cancelo, ma arriva l'affidabile Danilo, e per la Juve è un'operazione da +30 milioni.
    Se Juve e Inter galoppano, il Napoli non sta a guardare.
    Importa il macedone Elmas, è ai dettagli col messicano Lozano, uno che può fare la differenza. La Roma investe sul portiere spagnolo Pau Lopez, sperando di trovare un nuovo Alisson o Szczesny, semina per il futuro col turco Cetin.
    Molto attivo il Milan che cambia pelle con la cura Maldini-Boban: in attesa di poter arrivare a Correa si concretizza in attacco il portoghese Leao per 35 mln, la difesa si assesta col brasiliano Duarte e l'esterno francese Theo Hernandez. Pochi ritocchi per la Lazio col promettente difensore slovacco Vavro, l'esterno spagnolo Jony e la scommessa del Liverpool, l'attaccante Adekanye. L'Atalanta da Champions mette nel motore l'esperto difensore slovacco Skrtel e il centrocampista ucraino Malinovskyi. Un colpo importante l'ha messo a segno il Genoa con l'ingaggio del quotato centrocampista danese Schone, tuttofare dell'Ajax e uno dei protagonisti dell'ultima stagione europea. Grande attesa c'è poi per il ritorno in Italia di Mario Balotelli, che approda al Brescia in un romantico deja vu che dà ulteriore interesse al torneo. Di ottimo livello anche l'innesto nel forte Cagliari del centrocampista uruguaiano Nandez.
    Tra le altre squadre da segnalare il Bologna che il 'mago' Sabatini ha fornito di opzioni promettenti come il giapponese Tomiyasu, l'olandese Denswil e l'attaccante danese Skov Olsen.
    Altri colpi interessanti: l'esterno francese Karamoh al Parma, l'esperto difensore colombiano Murillo alla Samp, il centrocampista ecuadoriano Obijang al Sassuolo, il centrocampista brasiliano Walace all'Udinese. Il Brescia, oltre che su Balotelli, punta sul centrocampista ceco Zmrhal, mentre il Verona ha riportato in Italia, dallo Spartak Mosca, il difensore Bocchetti.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA