Juve, comincia l'era Sarri: 'Contento di essere qui'

'Per anni mi sono svegliato con il pensiero di battere la Juve e non ci sono riuscito'

E' cominciata l'era di Maurizio Sarri alla Juventus. Il nuovo allenatore si è presentato nella sala Giovanni e Umberto Agnelli dell'Allianz Stadium in giacca e cravatta. "Sono molto contento di essere qui oggi", sono le sue prime parole da allenatore della Juventus."Per tre anni ho vissuto svegliandomi la mattina con l'obiettivo di battere la Juventus. Il Napoli era l'alternativa più credibile. Ci riproverei, lo rifarei: ho dato il mio 110%, non ci siamo riusciti. E' stata una rivalità sportiva, ma è finita". Così Maurizio Sarri, nel suo primo giorno da allenatore della Juventus, sul suo passato alla guida del Napoli. "Quello che ho fatto, posso averlo fatto con modi sbagliati, ma penso sia intellettualmente apprezzabile". 

Sarri: "Mai visto societa' cosi' determinata ad avere un allenatore"

"Da bambino ero tifoso del Napoli e lì ho dato tutto, dal punto di vista professionale e morale". Maurizio Sarri non rinnega il suo passato partenopeo. "Nell'ultimo mese - dice nel suo primo giorno da allenatore della Juventus - ho avuto dubbi, che la società mi ha tolto presentando Ancelotti. Non è stata colpa della società, ma mia, perché il dubbio tra continuare o andare via era forte. Ho preferito andare all'estero, per non passare subito a un'altra italiana. Penso di avere rispettato tutti".

"La Champions è un sogno da perseguire con determinazione feroce, con la convinzione che è obiettivo con un coefficiente di difficoltà mostruoso". precisa Sarri che sottolinea anche di non cambiare idea sui cori razzisti.

"Non posso cambiare il mio punto di vista sui cori razzisti solo perché ho cambiato società. L'Italia dovrebbe smetterla". Maurizio Sarri torna su una delle battaglie condotte quando era alla guida del Napoli, quella contro i cori razzisti o di discriminazione territoriale. "Sono una manifestazione di inferiorità netta rispetto a quello che si respira negli stadi europei - aggiunge -. Il Napoli è una delle squadre che subisce questo tipo di atteggiamenti e la mia idea è la stessa. E ora di finirla di restare 30-40 anni indietro rispetto all'Europa".

Un teschio e un corno. Le parole dei tifosi in strada che gli fanno gli "auguri" in senso iettatorio per il prossimo campionato. E' questo il video tutto giocato sulla scaramanzia, pubblicato dalla pagina ufficiale su Facebook del Napoli per 'celebrare' il ritorno dello scaramantico Maurizio Sarri in Italia sulla panchina della Juventus. Il video è introdotto dal post "Bentornato in Italia Mr. Sarri" e lo slogan "Forza Napoli sempre" ed è girato tra i vicoli del centro storico, con commenti dei tifosi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA