Inter Chievo 2-0, Bologna Parma 4-1

Marotta, voci su Conte infastidiscono

Si chiude la 36/ma giornata di Serie A: 

Inter-Chievo 2-0 CRONACA

Un gol per tempo al Chievo e l'Inter fa festa. Finisce 2-0 il posticipo a San Siro della 36/a giornata della Serie A: al 39' sblocca Politano, nella ripresa chiude i conti Perisic. La squadra di Spalletti si riprende il terzo posto in classifica, e la Champions è sempre più vicina.
L'Inter vince, ma Mauro Icardi resta un caso. L'attaccante argentino, rilanciato titolare da Luciano Spalletti, è rimasto nuovamente a secco (il gol su azione manca da dicembre) e, al momento del cambio per Lautaro Martinez, è uscito tra i copiosi fischi di gran parte di San Siro. Applausi a scena aperta invece per il giovane attaccante, entrato a circa dieci minuti dalla fine.
''Sono tre mesi che si dicono le stesse cose. Ora arrivano a fare offese ben precise: bollito, alla frutta. Queste sono offese, poi io mi difendo e difendo l'Inter''. Lo ha detto il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti, intervenuto a Sky dopo il successo con il Chievo. ''Non sono nervoso, da otto anni all'Inter fanno la stessa cosa, io dico a tutti gli interisti di difendersi - ha proseguito -. Marotta cerca di fare il meglio per l'Inter, ma vedo disparità nei trattamenti. Si è cattivi, offensivi''.

Cori contro i napoletani da parte della Curva Nord durante Inter-Chievo: subito lo speaker ricorda che la partita potrebbe essere sospesa qualora i cori di discriminazione territoriale dovessero proseguire. L'Inter si è fatta promotrice di una iniziativa contro ogni forma di discriminazione, ricordando con l'acronimo 'BUU' le sue radici internazionali, antirazziste e di tolleranza.

"Le voci su Conte? Bisogna sostenere questo confronto dialettico che non è facile perché infastidisce. Ma va riconosciuto il lavoro fatto da Spalletti, l'obiettivo era quello di arrivare in Champions e lo sta facendo nel migliore dei modi". L'ad dell'Inter Beppe Marotta commenta così a Sky Sport le voci sul possibile arrivo in nerazzurro di Antonio Conte. "Non riesco a capire le critiche - prosegue -, abbiamo un obiettivo da raggiungere e ne siamo consapevoli, quello che conta è la posizione in classifica. Il resto crea turbative".

Il Bologna ha battuto il Parma 4-1 (0-0)  CRONACA
Il Bologna ha travolto il Parma nel posticipo della 36/a giornata della serie A. Un derby emiliano che consente ai rossoblù di Mihajlovic di portarsi a quota 40, a +5 dall'Empoli terz'ultimo, mentre i crociati restano a 38, in piena zona pericolo. Tutto succede nella ripresa, quando il Bologna va in gol con Orsolini al 7' e raddoppia al 14' per un autogol di Sepe. Al 27' terza rete dei padroni di casa con Lyanco, mentre il Parma era rimasto in 10 per espulsione di Bruno ALves per doppia ammonizione. La rete di Inglese al 36' non cambia le cose prima del secondo autogol gialloblù firmato da Sierralta che completa il 4-1. 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA