• Sassuolo-Chievo: poker degli emiliani,veneti a un passo da B

Sassuolo-Chievo: poker degli emiliani,veneti a un passo da B

Neroverdi tornano alla vittoria e si allontanano da zona calda

Riprende quota il Sassuolo che vince la seconda gara del 2019 e sorpassa in classifica Genoa, Parma e Cagliari, prendendo le distanze dalle zone più a rischio. Vittima del posticipo di stasera un Chievo vivace solo nei primi venti minuti poi gradualmente spentosi e ormai visibilmente rassegnato al proprio destino di squadra sempre più sola in fondo alla classifica.

Primi gol e prima doppietta italiana per il difensore turco Demiral che nello stesso modo, di testa, ha messo quasi al sicuro il risultato all'intervallo. Poi le reti di Locatelli e Berardi hanno completato l'opera per un Sassuolo che nelle ultime 12 gare casalinghe aveva vinto una sola volta. All'inizio De Zerbi sceglie Locatelli e Bourabia per affiancare Magnanelli, fuori Sensi e Duncan. Davanti Babacar a guidare l'attacco. Ampio turnover per Di Carlo: il tecnico lancia Pucciarelli dal 1' in coppia con Stepinski.

 

    Partono forte gli uomini di De Zerbi e al 4' trovano già il vantaggio: Lirola raccoglie il pallone sulla destra dopo gli sviluppi di un corner, palla tagliata per Demiral che che di testa supera Sorrentino e sigla la sua prima rete in maglia neroverde. Ma il solito black-out dei padroni di casa è dietro l'angolo e al Chievo basta mettere il muso appena oltre la metà campo per spaventare Consigli. Al 7' il portiere è costretto a due interventi prodigiosi in pochi secondi, il primo su Leris da pochi passi, il secondo sul colpo di testa di Bani da calcio d'angolo. Due minuti più tardi il Chievo trova addirittura il pari con Giaccherini in contropiede, ma il Var annulla tutto per un fallo subito da Berardi a centrocampo. Succede poco fino al 24' quando la bella incursione di Leris porta al tiro lo stesso centrocampista del Chievo, ma la palla termina di poco alta. Il Sassuolo si fa rivedere al 29' con una punizione di Berardi sulla quale Sorrentino è attento. Ma neroverdi e gialloblu appaiono due squadre parecchio malate e di azioni pericolose se ne vedono poche. Fino al 45' quando Demiral incorona una giornata per lui storica e trova una incredibile doppietta svettando di testa su corner di Locatelli. Sassuolo al riposo in doppio vantaggio.

    Nella ripresa non c'è la reazione del Chievo e per la squadra di De Zerbi diventa tutto più facile. Pronti via e le reti sono tre: ancora Lirola dalla fascia destra pesca Locatelli che non ha difficoltà ad arrestare la palla e a superare Sorrentino. Al 12' il poker: lavora un bel pallone in area Babacar che non cerca la soluzione personale ma serve Berardi che con freddezza segna la sua quinta rete stagionale.


    Da questo momento alla fine pura accademia e la conferma che non è stagione per il Chievo: al 17' gol annullato ai veneti per la posizione in fuori gioco di Cesar che insacca inutilmente.
    Risponde il Sassuolo al 34' con Boga che supera Sorrentina ma non è preciso nella conclusione. Nel finale al 44' il debuttante arbitro Maggioni punisce con il calcio di rigore un contatto in area tra Demiral e Stepinski. Sul dischetto Giaccherini, ma la sua conclusione dagli undici metri viene intercettata da Consigli. Nel recupero ancora il Chievo che cerca il gol della bandiera, ma l'ottimo Consigli chiude su Stepinski.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA