Spal Fiorentina 1-4, Var decisiva. Polemiche LE FOTO

Con una sola decisione via gol Valoti e rigore viola

Spal-Fiorentina finisce tra le polemiche. La Viola vince 4-1 sul campo degli emiliani, ma è stata la Var la grande protagonista dell'anticipo di Serie A. Accade tutto alla mezz'ora della ripresa, con le squadre sull'1-1, quando la Var entra nell'era del gol regolare tolto ad una squadra e rigore decisivo assegnato all'altra. Accade con il pallone già a centrocampo per la ripresa dopo la rete. Cosi', con una sola decisione, si passa dal 2-1 a favore dei padroni di casa all'1-2 per gli ospiti, che poi dilagheranno fino al risultato finale.

Decide la tecnologia e Pairetto applica alla lettera il regolamento: summa Var, summa iniuria. Al 29' Chiesa entra nell'area spallina, tenta l'affondo e allunga la palla verso il centro: tackle con Felipe in ritardo e fiorentino a terra. Pairetto lascia continuare l'azione (perché non riscontra irregolarità), che diventa contropiede spallino: Kurtic mette in movimento Fares, che dal fondo scarica un tracciante sul secondo palo sul quale Valoti interviene firmando il 2-1 spallino. Pairetto convalida, la Spal esulta.

Semplici: "una Var così mai vista, partita stravolta" - "Non era mai successo un intervento della Var 5' dopo il gol, ma questo è il regolamento. La società e io non parliamo mai degli arbitri, anche oggi faremo così. Qualcuno dirà se è stato giusto quello che è successo. Noi avevamo disputato una buona partita contro la Fiorentina, che è più forte, ma perdere così fa male". Queste le parole dell'allenatore della Spal, Leonardo semplici, ai microfoni di Dazn. "Quello che è successo ha innervosito i ragazzi, ma non è facile mantenere la calma in quella situazione - ha aggiunto Semplici -. Abbiamo disputato una buona partita, ma l'episodio l'ha cambiata. Comunque dobbiamo essere sereni e continuare per la nostra strada".

Ecco cosa è successo - La Fiorentina si avvia a riprendere. Invece il Var (in regia Mazzoleni) chiama. Pairetto va al video: osserva e cancella tutto. Operazione retroattiva. Il contatto Felipe-Chiesa viene considerato falloso, quindi quel che è accaduto dopo non conta più. Quello che il mondo del calcio temeva, accade: si cancella a tavolino una rete regolare per tornare indietro. L'azione, dall'episodio nell'area spallina al 2-1 estense non s'era mai fermata e quindi Mazzoleni non poteva richiamare l'attenzione di Pairetto: il protocollo Var stabilisce infatti non che il video non possa intervenire se non ad azione finita (anzi, al contrario: se si ferma e il gioco riprende, niente piu' Var), ma che l'arbitro può fermare il gioco se staziona o che deve valutare prima che il gioco fermatosi riprenda. Due contingenze che non si sono verificate a Ferrara, sublimando la legge della videoassistenza. Quindi niente gol di Valoti, bensì penalty per la Fiorentina che Veretout trasforma. La partita, di fatto, finisce qui. Lo stadio ribolle di rabbia, la Spal accusa il doppio episodio negativo. A gioco fermo passa dal vantaggio allo svantaggio. E 3' minuti dopo, su contropiede, Simeone chiude i conti (3-1). Il poker viola è figlio di uno sbandamento generale ed erroraccio di Valoti che lascia Gerson solo davanti a Viviano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA