• Premier: 'Sarrivederci', solo Europa può salvare tecnico Chelsea

Premier: 'Sarrivederci', solo Europa può salvare tecnico Chelsea

Tutti contro l'ex Napoli dopo il clamoroso 0-6 col City

 Dopo solo sette mesi, Maurizio Sarri rischia già di dover fare le valigie: l'umiliazione subita domenica contro il Manchester City è il punto più basso della storia recente del Chelsea. Una disfatta inaccettabile per Roman Abramovich, alla quale il tecnico toscano ha assistito, a bordo campo, con un misto di frustrazione, rabbia e confusione. Così imbarazzato, al termine del set tennistico rimediato dai Citizens, da scordarsi la stretta di mano di prassi con l'amico-rivale Pep Guardiola.

Lo stesso Sarri ha ammesso di non capire l'involuzione subita dai suoi nell'ultimo mese, ma ora che i Blues sono scivolati al sesto posto, non c'è più tempo da perdere. Una difesa colabrodo, ma non solo. Una prestazione collettiva, quella contro il City, sconcertante per mediocrità e pochezza.

I rumors che provengono da Stamford Bridge scongiurano l'imminente esonero, giovedì il Chelsea sarà impegnato in Svezia, contro il Malmo, con Sarri regolarmente in panchina. Salvo un'improvviso collasso, l'intenzione è proseguire almeno fino al termine della stagione, per rincorrere l'accesso alla prossima Champions League. Senza la quale, però, il licenziamento di Sarri sarà inevitabile quanto scontato.

Il quadro della 26/ma giornata (RISULTATI E CLASSIFICA)

  • Fulham-Manchester United 0-3
  • Liverpool-Bournemouth 3-0
  • Southampton-Cardiff 1-2
  • Crystal Palace-West Ham 1-1
  • Watford-Everton 1-0
  • Huddersfield Town-Arsenal 1-2
  • Brighton-Burnley 1-3
  • Tottenham-Leicester 3-1
  • Manchester City-Chelsea 6-0
  • Wolverhampton-Newcastle 1-1

Finisce con una disfatta per il Chelsea di Maurizio Sarri la trasferta in casa di Pep Guardiola. Il Manchester City segna quattro reti nel primo tempo e altre due nella ripresa per un 6-0 finale che pochi alla vigilia potevano immaginare. Il tabellino comprende una tripletta di Aguero, ora capocannoniere con Salah a 17 reti, una doppietta di Sterling e un gol di Gundogan. Il City divide la vetta col Liverpool, a 65 punti, il Chelsea con 50 scivola al quinto posto, superato dal Manchester United. Nel primo posticipo il Tottenham ha battuto 3-1 il Leicester, salendo a 60 punti.

Il Liverpool vince facilmente contro il Bournemouth per 3-0 in un match della 26/a giornata di Premier League e riconquista il primato in classifica. Così i Reds tornano al successo dopo due pareggi consecutivi e al comando della classifica, a +3 dal City. La prima occasione dell'incontro è degli ospiti con Fraser che impegna Allison, poi dopo un'occasione sciupata da Frmino il Liverpool va in vantaggio al 24' con Manè di testa. Al 33' raddoppio di Wijnaldum con un pregevole pallonetto. La ripresa comincia con il 3-0 firmato Momo Salah che, liberato dall'assist di tacco di Firmino, 'fulmina' Boruc. Nell'ultima mezz'ora i Reds si limitano a gestire il vantaggio.

Il Manchester United continua la grande rimonta verso la posizioni di vertice della Premier League. Da quando il norvegese Ole Gunnar Solskjaer ha preso il posto di José Mourinho, la musica è cambiata. Oggi, nell'anticipo della 26/a giornata, i 'Red devils' hanno vinto a Londra, sul campo del Fulham di Claudio Ranieri, con il punteggio di 3-0. Dopo soli 14', sul terreno del Craven Cottage, Paul Pogba ha portato in vantaggio gli ospiti, su assist di Martial; quest'ultimo ha firmato il 2-0 al 23', quindi ancora Pogba, al 20' della ripresa, ha chiuso i conti. E' una vittoria che pesa, per lo United, e che gli vale il sorpasso sul Chelsea, al momento non più quarto. I 'Red devils' hanno 51 punti. Per il Fulham e per Ranieri la situazione è sempre disperata: è penultimo, fermo a 17 punti. La panchina dell'allenatore romano è appesa a un filo.

 

Il Liverpool vince facilmente contro il Bournemouth per 3-0 in un match della 26/a giornata di Premier League e riconquista il primato in classifica. Così i Reds tornano al successo dopo due pareggi consecutivi e al comando della classifica, a +3 dal City. La prima occasione dell'incontro è degli ospiti con Fraser che impegna Allison, poi dopo un'occasione sciupata da Frmino il Liverpool va in vantaggio al 24' con Manè di testa. Al 33' raddoppio di Wijnaldum con un pregevole pallonetto. La ripresa comincia con il 3-0 firmato Momo Salah che, liberato dall'assist di tacco di Firmino, 'fulmina' Boruc. Nell'ultima mezz'ora i Reds si limitano a gestire il vantaggio.  

Il Manchester United continua la grande rimonta verso la posizioni di vertice della Premier League. Da quando il norvegese Ole Gunnar Solskjaer ha preso il posto di José Mourinho, la musica è cambiata. Oggi, nell'anticipo della 26/a giornata, i 'Red devils' hanno vinto a Londra, sul campo del Fulham di Claudio Ranieri, con il punteggio di 3-0. Dopo soli 14', sul terreno del Craven Cottage, Paul Pogba ha portato in vantaggio gli ospiti, su assist di Martial; quest'ultimo ha firmato il 2-0 al 23', quindi ancora Pogba, al 20' della ripresa, ha chiuso i conti. E' una vittoria che pesa, per lo United, e che gli vale il sorpasso sul Chelsea, al momento non più quarto. I 'Red devils' hanno 51 punti. Per il Fulham e per Ranieri la situazione è sempre disperata: è penultimo, fermo a 17 punti. La panchina dell'allenatore romano è appesa a un filo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA