Serie B: Verona vince in rimonta

Verona vince in rimonta, colpo Benevento

Il Verona vince in rimonta sullo Spezia e tiene la testa della classifica, inseguito dal Pescara, vittorioso sul Crotone, e dal Benevento, che ha espugnato Cittadella. Vittorie esterne anche per Lecce e Carpi. Cade il Palermo a Brescia. Pari tra Salernitana e Ascoli.

Il quadro degli incontri (RISULTATI E CLASSIFICA)

  • Brescia-Palermo 2-1
  • Cittadella-Benevento 0-1
  • Livorno-Lecce 0-3
  • Perugia-Carpi 0-1
  • Pescara-Crotone 2-1
  • Salernitana-Ascoli 1-1
  • Verona-Spezia 2-1
  • Cremonese-Cosenza 2-0
  • Foggia-Padova alle 21


La Serie B in pillole

Cremonese-Cosenza 2-0 - Cremonese batte Cosenza 2-0 in un posticipo della quinta giornata del campionato di serie B. In gol nel primo tempo Mogos al 30', nella ripresa Paulinho al 10'. La Cremonese sale a 9 punti in classifica, il Cosenza resta a 2.  

 

Foggia-Padova 2-1 - Il Foggia batte il Padova 2-1 in un posticipo della quinta giornata di serie B. Veneti avanti all' 8' pt con Mazzocco, rimonta pugliesi nella ripresa con Kragl al 17' e Cicerelli al 40'. Padova resta a 5 punti in classifica, il Foggia partito da -8 ora si trova a -2.

Verona-Spezia 2-1 - Una rete di Mattia Zaccagni regala al Verona la quarta vittoria consecutiva e lancia gli scaligeri sempre più soli in testa alla Serie B. Lo Spezia di Marino esce sconfitto ma certamente non ridimensionato dalla sfida del Bentegodi. Anzi liguri ben disposti sin dall'avvio e vicini al vantaggio gia' in avvio con Okereke. Gara molto tattica con ritmi alti. Una bella azione in contropiede finalizzata da Bidaoui porta al vantaggio dello Spezia. Vantaggio illusorio perche' dopo meno di 3' il Verona pareggia. Bravo Pazzini a trovare lo spazio per la conclusione, meno bravo nella respinta Manfredini con Matos lesto ad approfittarne. Ripresa con squadre ancora più abbotonate e Spezia che forse rinuncia un po' con il passare dei minuti ad aggredire alto il Verona. La rete decisiva, tuttavia, arriva grazie ad una veloce ripartenza sull'out di destra. Bravo Matos a confezionare l'assist vincendo per Zaccagni che da pochi passi devia in rete. Nel finale lo Spezia ci prova più con l'orgoglio che con le idee e Tupta nel recupero sciupa il colpo del kappao'. Verona che guida la classifica e ritrova quell'entusiasmo venuto meno dopo l'amara retrocessione dello scorso anno. E' questa e' gia' una piccola vittoria per mister Fabio Grosso.

Pescara-Crotone 2-1 - Non si ferma il Pescara che vince la seconda gara casalinga consecutiva e la terza della stagione, battendo All'Adriatico il Crotone con il risultato di 2-1. Biancazzurri in vantaggio al 19' del primo tempo con Mancuso, prima del momentaneo pareggio ospite al 4' della ripresa di Benali che con il portiere biancazzurro Fiorillo fuori dai pali, insacca da quasi sessanta metri. Al 9' nuovo e definitivo vantaggio dei locali ancora con Mancuso. Pescara-Crotone si è giocata di fronte a quasi 7mila spettatori.

Cittadella-Benevento 0-1 - Il Benevento espugna il Tombolato di Cittadella per 1-0 e sale a quota 10 punti in classifica, scavalcando proprio i padovani al terzo posto. La prima occasione è per il Cittadella, ma al 19' Drudi non riesce a battere a rete da ottima posizione. Il Benevento si rende pericoloso in un paio di occasioni e al 37' passa in vantaggio con Asencio, che raccoglie un assist di Insigne e fulmina Paleari dal limite dell'area. Nella ripresa Asencio sfiora la doppietta al 56' e al 63' (bravo Paleari in entrambi i casi), poi il Cittadella spinge alla ricerca del pareggio e al 78' protesta anche per un contatto dubbio in area. L'ultima occasione arriva all'88' con Settembrini, ma Puggioni si supera e il risultato non cambia.

Livorno-Lecce 0-3 - Il Lecce surclassa un Livorno senza identità né gioco, alla seconda sconfitta in casa su due partite, e sbanca per 3-0 il Picchi. È la squadra di Fabio Liverani a fare la partita fin dal primo minuto, e a passare già al 15' pt con La Mantia che da angolo stacca di testa indisturbato portando in vantaggio i suoi. I pugliesi sfiorano poi il raddoppio alla mezz'ora con Palombi che colpisce il palo su girata di testa a portiere battuto, mentre al 35'pt è Diamanti su ribaltamento di fronte a divorarsi il pari calciando alto da solo davanti a Vigorito. Raddoppio che comunque arriva per gli ospiti in apertura di ripresa al 2' st: Palombi ruba palla sfruttando un pasticcio di Bogdan in alleggerimento e supera Mazzoni. Al 13' st tris del Lecce con Palombi che su azione di contropiede batte ancora Mazzoni mettendo a segno la sua personale doppietta.

Salernitana-Ascoli 1-1 - E' termina 1-1 la sfida tra Salernitana e Ascoli. I marchigiani trovano il vantaggio dopo 8' con una punizione imprendibile di Ninkovic che, dal limite dell'area di rigore, lascia di sasso il portiere granata Micai. L'estremo difensore dei campani è provvidenziale al 21' quando respinge in uscita bassa una conclusione di Beretta lanciato a rete. La squadra di casa prova a reagire al 32' ma il gol di testa di Vuletich viene annullato per fuorigioco. Nella ripresa la Salernitana parte meglio e al 15' riesce a riprendere il match: Mazzarani batte forte e teso una punizione dalla sinistra, Di Tacchio la sfiora e fa 1-1 in un gol quasi in compartecipazione.

Brescia-Palermo 2-1 - Prima vittoria stagionale per il Brescia che batte 2-1 il Palermo. Nel giro di 2' minuti, tra il 27' è il 29' il Brescia confeziona il doppio vantaggio con Donnarumma che prima infila Brignoli di testa su cross da sinistra e poi di destro approfittando di un liscio di Bellusci. Il Palermo prova a ripartire la gara al 41' della ripresa con Moreo che approfitta di un errore di Gastaldello, ma ormai è troppo tardi.

Perugia-Carpi 0-1 - Dopo il ko di Palermo perde ancora il Perugia, sconfitto in casa 1-0 nel 5/o turno di B dal Carpi di Castori, alla prima vittoria stagionale. Nei primi 45' di gioco al "Curi" poche emozioni. Il Carpi ha impegnato subito Gabriel con Concas, il Perugia ha risposto al 6' con un sinistro di Melchiorri. Poi niente fino al 41', quando la squadra di Nesta sfiora la rete con Kingsley. La vera occasione un minuto dopo ce l'ha Moscati, che però tira alto un rigore concesso per fallo di Pezzi su Mazzocchi. Altri ritmi nella ripresa, con il Perugia che cresce anche grazie all'inserimento di Vido. Sblocca però il Carpi, che al 28' perde mister Castori (espulso per proteste) ma al 31' passa avanti grazie al gol di Mokulu, autore del definitivo 0-1 che porta gli emiliani a 4 punti, come il Perugia uscito dal campo fra i fischi.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA