Mancini, nuova era azzurra già cominciata

Biraghi, gol vittoria per Astori

Redazione ANSA

"Una nuova era comincia stasera? No, è già cominciata". Roberto Mancini, dopo aver esultato con tutta la panchina al gol di Biraghi contro la Polonia, non sa se dar sfogo alla rabbia repressa per 92' di fronte a tante occasioni sprecate, o applaudire i suoi azzurri. "E' stata una partita dominata, dovevamo fare gol prima, era ingiusto che finisse 0-0", le sue parole a caldo. "Tutti i ragazzi stanno cercando di fare il massimo. E' una buona vittoria in una partita giocata benissimo. Nel calcio ci vuole tempo, non esistono i maghi". L'eroe della serata è Cristiano Biraghi, che il gol vittoria lo ha dedicato a Davide Astori, guardando in cielo col gesto delle dita a indicare la maglia numero 13. "Devo tutto a lui: se oggi sono qui è anche grazie a Davide ed ai sui insegnamenti che mi hanno fatto crescere tantissimo". Poi il terzino della Fiorentina ha parlato del surreale clima in campo: "Sembrava una partita stregata, come contro l'Ucraina. Loro ripartivano in contropiede ed erano pericolosi. Passavano i minuti e la palla non entrava, quando crei tanto e non segni cominci ad innervosirti, rischi addirittura di perderle partite così. Invece siamo stati bravi a rimanere calmi e crederci fino alla fine. E' la vittoria di un bel gruppo, duro a morire". A raccontare le emozioni della serata è anche Florenzi: "Incredibile, se avessimo vinto 3 o 4-0 nessuno avrebbe potuto recriminare nulla, e invece più passavano i minuti e più nubi c'erano. Il gol di Biraghi le ha scacciate". Poi il terzino della Roma racconta cosa ha detto Mancini prima della partita: "Al rischio di retrocessione non abbiamo pensato: il ct ce lo aveva detto, non guardate a quel che si dice fuori, pensate a giocare e a divertire". Il concetto della "vittoria meritata" ricorre anche nelle parole di Verratti: "Ci aspettavamo di fare gol da un momento all'altro. Nel calcio succede così, ci sono momenti in cui gira male, ma siamo stati bravi a non mollare". Donnarumma fa i complimenti al collega della Polonia, i cui interventi hanno evitato un ko più pesante: "Questa sera ci siamo trovati davanti un grande Szczesny". L'1-0 sta stretto all'Italia: "Abbiamo comandato il gioco, ora dobbiamo continuare così. Questa è la strada giusta".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: