Premier: Lukaku salva panchina Mourinho, Tottenham ko

United torna a vincere, Watford vola a punteggio pieno

La crisi è rientrata, per ora: una doppietta di Romelu Lukaku rinsalda la panchina di José Mourinho, rilanciando le ambizioni del Manchester United. Dopo due sconfitte di fila, tornano alla vittoria i Red Devils che espugnano il campo del Burnley grazie alla doppietta nel primo tempo del centravanti belga. Un successo d'autorevolezza, quello dello United, che avrebbe potuto imporsi con un margine anche più ampio se Paul Pogba non avesse sprecato nella ripersa il rigore concesso per fallo di Aaron Lennon su Marcus Rashford. Espulso, quest'ultimo, nel finale di gara per un ingenuo fallo di reazione. Unica nota negativa di un pomeriggio che risolleva la classifica dello United, ma di certo non basta a spegnere le polemiche interne alla società. Prima del fischio d'inizio, infatti, sul cielo sopra il Turf Moor stadium, è volato un aeroplano che sventolava un eloquente striscione: "Ed Woodward, uno specialista in fallimenti".

Esplicita presa di posizione di un gruppo di tifosi al fianco del manager portoghese, in continua polemica con il direttore generale dei Red Devils. "E' stata una buona prestazione tutto sommato. Mi dispiace solo non aver segnato più gol per chiudere la partita prima. Pogba? Non critico mai chi sbaglia i rigori, piuttosto chi non ha il coraggio di tirarli", il commento a fine gara di Mourinho. Che approfitta dell'inatteso passo falso del Tottenham, sconfitto dal sempre più sorprendente Watford, ancora a punteggio pieno dopo quattro giornate. Eppure al Vicarage Road sono gli ospiti ad andare avanti, ad inizio ripresa, grazie all'autogol di Abdoulaye Doucoure. Il pareggio dei padroni di casa arriva poco dopo l'ora di gioco con Troy Deeney, prima della rete che vale i tre punti firmata da Craig Cathcart. Quattro vittorie in altrettante partite, il Watford continua a sognare, in testa alla Premier League, assieme a Chelsea e Liverpool.

L'Arsenal soffre a Cardiff ma alla fine vince 3-2. I Gunners, andati avanti due volte con Mustafi e Aubameyang, erano stati raggiunti dai padroni di casa fino al gol decisivo di Lacazette all'81'. 

Il quadro della quarta giornata (RISULTATI E CLASSIFICA)

  • Leicester-Liverpool 1-2
  • Chelsea-Bournemouth 2-0
  • Everton-Huddersfield 1-1
  • West Ham-Wolverhampton 0-1
  • Crystal Palace-Southampton 0-2
  • Brighton-Fulham 2-2
  • Manchester City-Newcastle United 2-1
  • Cardiff-Arsenal domenica 2-3
  • Watford-Tottenham 2-1
  • Burnley-Manchester United 0-2 

Il Manchester City di Pep Guardiola soffre, ma vince, superando per 2-1 in casa il Newcastle di Rafa Benitez. I 'Citizens' con questa vittoria salgono a quota 10 punti, a -2 da Liverpool e il Chelsea (in vetta a punteggio pieno in attesa della sfida domenica tra Watford e Tottenham. Il City è passato in vantaggio all'8' con Sterling, ma è stata raggiunta al 30' da Yedlin. Nella ripresa, dopo 7', ha risolto il match Walker, su assist di Aguero.

Il Chelsea soffre, ma alla fine riesce a piegare ugualmente il Bournemouth a Stamford Bridge, imponendosi con il punteggio di 2-0, nella 4/a giornata della Premier League. La squadra di Maurizio Sarri ha sbloccato solo dopo 72' di gioco, dopo una bella combinazione fra Alonso e il nuovo entrato Giroud, che ha servito Pedro: controllo, dribbling e conclusione imparabile nell'angolo basso alla destra di Begovic. Il Chelsea ha continuato a premere anche dopo il vantaggio e all'85' ha raddoppiato con Hazard, servito sulla sinistra dell'area da Alonso. Il Chelsea aggancia il Liverpool in vetta alla classifica, con 12 punti, a punteggio pieno e adesso aspetta che scendano in campo il Manchester City (alle 18,30, in casa contro il Newcastle), il Watford e il Tottenham Hotspur: queste ultime due squadre si troveranno di fronte domani alle 17, nel primo big-match stagionale, visto che entrambe hanno 9 punti.

Il Liverpool allunga momentaneamente nella classifica della Premier League, aggiudicandosi l'anticipo della 4/a giornata, disputato sul campo del Leicester. I 'Reds' di Juergen Klopp si sono imposti per 2-1, dopo essersi trovati addirittura sul 2-0, per i gol di Mane al 10' e Firmino al 45' del primo tempo. Nella ripresa la reazione delle 'Volpi' che ha prodotto solo il gol della bandiera di Ghezzal, generato da un dribbling sbagliato dell'ex romanista Alisson, troppo sicuro nel controllo e ingannato dal pallone. Nell'attesa del Manchester City (alle 18,30, in casa contro il Newcastle di Benitez) e del Chelsea (alle 16 in casa contro il Bournemouth), il Liverpool sale a 12 punti, mentre il Leicester resta da solo a 6 lunghezze.a Guardiola-Benitez col City che vuole cancellare il pari col Wolves. Il West Ham di Anderson, ultimo, cerca tre punti col Wolves: brutto esordio per il quotato tecnico Pellegrini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA