• Dal nuoto al ciclismo, per gli Azzurri l'Europa è la terra dell'oro

Dal nuoto al ciclismo, per gli Azzurri l'Europa è la terra dell'oro

Bastianelli, Miressi, Pellielo-Rossi: quante vittorie europee

Un'estate d'oro. L'Italia dello sport si trova perfettamente a suo agio in Europa, e prosegue sull'onda lunga dei successi sfruttando l'inedita concomitanza di campionati continentali per raccogliere successi in serie, conditi da altri podi dal sapore dolce-amaro. Marta Bastianelli e' regina europea del ciclismo su strada, per le vie di Glasgow, ma la sorpresa arriva dalla piscina della città scozzese con i 100 stile libero vinti da un 19enne, il torinese Alessandro Miressi. E dall'Austria arriva il titolo europeo di Pellielo-Rossi, che in coppia vincono l'oro del tiro a volo, nella nuova specialita' della fossa olimpica Mista. E' stata una domenica 5 agosto di successi ed esultanze per lo sport azzurro. Fuori dal Vecchio Continente, c'e' solo il successo di Fabio Fognini - tennista ribelle anche nella capigliatura - a Los Cabos, prima vittoria sul cemento. Ma per il resto, e' un susseguirsi di risultati positivi da Glasgow - per motivi televisivi al primo esperimento di Europei combinati di quattro sport - a Leobersdorf, passando per la ceca Brno. Cominciano in mattinata i canottieri azzurri, nel bacino scozzese di Strathclyde; prima l'argento nel singolo pesi leggeri di Martino Goretti, poi il bronzo nella stessa gara al femminile di Clara Guerra. Il doppio di Pietro Willy Ruta e Stefano Oppo prende un altro bronzo, e la rassegna si chiude per l'Italia con 6 podi totali, di cui due ori.

La cronaca della giornata passa al ciclismo. Marta Bastianelli, gia' campionessa del mondo, torna a 31 anni sul gradino più alto del podio. Stavolta e' regina d'Europa della prova su strada, 11 anni dopo il suo trionfo a Stoccarda, e la dedica tra gli altri "a mia figlia Clarissa". Le buone notizie arrivano anche dalla piscina: le ragazze del sincro sono argento nella nuova prova del combinato, e se Paltrinieri 'buca' la sua gara dei 1.500 con un bronzo che sa di delusione per il campione olimpico in carica, la sorpresa arriva dalla velocita'. E ha solo 19 anni: Alessandro Miressi, torinese, gigante di 2.02 di altezza, dà seguito all'oro negli 800 di Simona Quadarella, altra 19enne. Un segnale generazionale, nel giorno in cui Federica Pellegrini festeggia i suoi 30 anni. Dalla piscina scozzese, oltre a quello di Paltrinieri, oggi arrivano altri tre bronzi: Castiglioni nei 100 rana donne, l'appena 16enne Burdisso nei 200 farfalla, chiude la staffetta della 4x200 stile libero. E nell'alternanza uomo-donna della domenica d'oro dello sport italiana, arriva dall'Austria la medaglia che mette d'accordo tutti: Giovanni Pellielo e Jessica Rossi sparano insieme nella fossa olimpica, fanno 47 su 50 e vincono l'Europeo nella nuova gara voluta dal Cio per la parita' di genere. Sara' anche nel programma di Tokyo 2020, per la gioia dell'Italia dello sport. Ma il successo e' tutto in chiave europea, almeno geograficamente: a Brno, nel Motogp, trionfa la Ducati con Dovizioso, davanti allo spagnolo Lorenzo. Una doppietta della rossa delle moto, che in Repubblica ceca non vinceva da 10 anni.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA