• Canottaggio: Italia che vince, azzurri su tetto d'Europa

Canottaggio: Italia che vince, azzurri su tetto d'Europa

Arrivano due ori dal quattro leggeri e coppia. Bronzo alle donne

L'Italia del canottaggio vola sul tetto d'Europa. A Glasgow, trasformata in questi giorni nella capitale dello sport, il remo azzurro conquista due medaglie d'oro e un bronzo. Sul gradino più alto del podio il quattro di coppia pesi leggeri, con Catello Amarante, Paolo Di Girolamo, Andrea Micheletti e Matteo Mulas. In finale l'Italremo s'impone in 6'01"010, precedendo di oltre 8" la Repubblica Ceca, che si piazza seconda, e di 9"50 l'Olanda, che deve accontentarsi del terzo posto. Il secondo oro azzurro è targato Filippo Mondelli, Andrea Panizza, Luca Rambaldi e Giacomo Gentili, che si sono aggiudicati la finale nel quattro di coppia, con il tempo di 5'41"92: sul traguardo hanno preceduto nell'ordine Lituania a Polonia. "Si fa troppa fatica nel canottaggio, devo cambiare sport... Scherzi a parte, questo risultato è frutto dell'enorme lavoro svolto - il commento di Luca Rambaldi -. Per me e Filippo (Mondelli, ndr) questa è una conferma, dopo il titolo dello scorso anno a Racice nel doppio, oggi sono contento di questo risultato ottenuto assieme anche a Giacomo e Andrea, che sono molto forti. Abbiamo disputato una bella gara, coraggiosa e impostata con la tattica giusta. Con gli allenamenti che ci attendono potremo andare ancora più veloci, siamo quattro ragazzi dal carattere forte che lavorano assieme per un unico obiettivo".


Anche le donne non hanno deluso le attese, prendendosi il bronzo nel due senza: Sara Bertolasi e Alessandra Patelli, dopo essere rimaste a lungo in testa nella finale, hanno chiuso al terzo posto con il tempo di 7'17"860, piazzandosi dietro le rivali di Romania e Olanda. "E' stata una bella gara, sono soddisfatta - le parole di Sara Bertolasi -. Ci abbiamo provato fin dall'inizio, la barca era agile e siamo state brave a non farci irrigidire dalle onde, a insistere con la nostra cadenza fino alla chiusura della sfida, che è un po' il nostro punto debole; sapevamo, di contro, che Romania e Olanda ce l'avevano migliore della nostra. Le prime due erano più forti, va bene così". "Sono davvero contenta, non solo del risultato ma soprattutto perché, nonostante insieme abbiamo già partecipato a un'Olimpiade, possiamo ancora migliorare. Questo è il mio secondo podio agli Europei, sono felice sia arrivata questa medaglia, ma adesso pensiamo alle prossime gare", conclude Alessandra Patelli. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA