F1: rientrato in Italia meccanico Ferrari investito

Francesco Cigarini investito domenica scorsa da Raikkonen in Bahrain

E' rientrato in Italia Francesco Cigarini, il meccanico della Ferrari investito domenica scorsa dalla SF71H pilotata da Kimi Raikkonen, nel corso del Gran Premio del Bahrain. Cigarini, sbarcato, è stato assistito dal personale medico di Adr. "Sto bene. Adesso non vedo l'ora di tornare presto al lavoro". Così Francesco Cigarini all'arrivo all'aeroporto di Fiumicino con un volo di linea della Emirates proveniente da Dubai. Il meccanico della Ferrari, è apparso in buone condizioni dopo l'operazione a Manama per le fratture riportate di tibia e persone. Appena sbarcato dall'aereo su una sedia a rotelle fornita da Adr Assistance, è stato assistito sottobordo dal personale medico e paramedico di Aeroporti di Roma che, con un'autoambulanza, lo ha quindi trasportato fino al Pronto Soccorso aeroportuale.

Raikkonen telefona meccanico operato -  Francesco Cigarini, sommerso da messaggi di solidarietà da parte di appassionati e non e di tutto il mondo Ferrari, è stato operato nella notte di domenica in un ospedale militare del Bahrain ad un quarto d'ora d'auto dal circuito di Sakhir. ''L'operazione è andata bene, voglio ringraziare tutte le persone che hanno chiesto di me e si sono preoccupate'', ha scritto lo stesso meccanico doopo l'intervento su Instagram allegando una foto che lo ritrae sorridente in ospedale con la gamba ingessata. ''Ora Francesco si sta riprendendo ed è assistito al meglio'' fa sapere la Ferrari, mentre lo stesso Raikkonen ha telefonato al meccanico per conoscere le sue condizioni dopo l'intervento. "Quello che è successo al nostro collega Francesco durante il pit-stop è davvero triste - ha affermando il pilota finlandese dicendo la sua sulla dinamica dell'incidente nel post-gara - Mi dispiace per lui e spero che guarisca presto. E' sempre brutto quando qualcuno rimane ferito, ma sono certo che sia seguito dai migliori medici e gli auguro di rimettersi in fretta. Per quanto riguarda l'accaduto, tutto quello che so è che sono partito nel momento in cui ho visto la luce verde accesa. Non potevo immaginare in alcun modo che ci fosse un problema con la ruota posteriore sinistra. Poi ho visto che qualcuno si era fatto male e immediatamente il team mi ha detto di fermarmi. Purtroppo qualcosa deve essere andato storto e dovremo scoprire di che si tratta''


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie