SPECIALE Motogp: 'Cannibale' Marquez, insegue Rossi e Agostini

Alla sua età nessuno ha vinto come lui, e non vuole fermarsi

Redazione ANSA ROMA

Sette titoli mondiali a 25 anni e mezzo, cinque in classe MotoGp. Basterebbe questo per innalzare Marc Marquez tra i grandi del motociclismo di tutti i tempi, ma proprio la giovane età, unita ad una classe superiore ed ad una 'fame' insaziabile, lo proietta in un futuro che prevede l'assalto alle vette occupate da miti come Valentino Rossi, Mike Hailwood e Carlo Ubbiali (nove titoli iridati ciascuno), mentre Angel Nieto (13) e Giacomo Agostini (15) lassù nell'empireo, possono dormire ancora sogni relativamente tranquilli. Marquez però, al contrario delle lunghe carriere di chi ancora lo precede, ha tenuto una media monstre, vincendo quasi ininterrottamente dal 2010, anno del primo titolo in 125, ad oggi, mancando l'obiettivo grosso solo nel 2011, quando fu secondo in Moto2, e nel 2015, chiudendo terzo in MotoGp, Battuti già l'anno scorso i record detenuti da Hailwood o Rossi, in questa stagione da 8 vittorie, conferma la tradizione che lo vede dal 2010 vincere almeno cinque gran premi a stagione. Inoltre, ha toccato le 78 pole. "Io non penso ai record o a diventare il migliore di sempre - ha detto il pilota di Cervera qualche mese fa -. All'inizio della stagione ho un solo obiettivo. Devo vincere le gare e faccio di tutto, e possibilmente, al meglio per riuscirci". Avere a disposizione una Honda, unica sua casa nella MotoGp, lo ha aiutato, trovando però in lui un interprete straordinario. Veloce, 'cattivo', testardo, funambolico nella sua capacità di rialzarsi quando ormai sembra destinato a scivolare fuori, Marquez ha anche imparato a ragionare. Lo ha fatto dopo il Mondiale 2015, gettato per troppa irruenza, per l'eccessiva smania di vincere sempre. Infatti, da allora ha vinto sempre lui. Una sfilza di trionfi che fa gioire anche la Spagna, da sette anni 'padrona' del titolo più importante dei mondiale di motociclismo. Finora solo l'Italia era riuscita a fare tanto grazie ad Agostini, campione della 500 dal 1966 al 1972, ma se Marquez continua così anche questo record è a rischio. Lo spagnolo ha vinto in questa stagione ben otto gare su sedici finora disputate, ben al di sopra della sua media di almeno cinque vittorie stagionali dal 2010 in poi. Finora ne ha collezionate 69 e di sicuro cercherà nelle ultime tre di arrivare almeno alla cifra tonda. 

Ordine d'arrivo e classifiche dopo il Gp della Comunità valenciana, 19/a e ultima prova del Motomondiale 2018:

MotoGp
- Ordine d'arrivo
1. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati in 24:03.408
2. A.Rins (Spa) Suzuki +2"750
3. Pol Espargaro (Spa) Ktm 7"406
4. Michele Pirro (Ita) Ducati 8"647
5. Daniel Pedrosa (Spa) Honda 13"351
6. Takaaki Nakagami (Jpn) Honda 32"288
7. Johan Zarco (Fra) Yamaha 32"806
8. Bradley Smith (Gb) Ktm 33"111
9. Stefan Bradl (Ger) Honda 36"376
10.Hafizh Syahrin (Mal) Yamaha 37"198

- Classifica
1. Marc Marquez (Spa) 321 punti
2. Andrea Dovizioso (Ita) 220
3. Valentino Rossi (Ita) 195
4. Maverik Vinales (Spa) 193
5. Alex Rins (Spa) 149
6. Johan Zarco (Fra) 149
7. Cal Crutchlow (Gb) 148
8. Danilo Petrucci (Ita) 144
9. Andrea Iannone (Ita) 133
10.Jorge Lorenzo (Spa) 130


Moto2
- Ordine d'arrivo
1. Miguel Oliveira (Por) Ktm in 45'07"639
2. Iker Lecuona (Spa) Ktm a 13"201
3. Alex Marquez (Spa) Kalex 22"175
4. Mattia Pasini (Ita) Kalex 28"892
5. Remy Gardner (Aus) Tech 3 30"106
6. Fabio Quartararo (Fra) Speed 32"126
7. Marcel Schrotter (Ger) Kalex 33"086
8. Augusto Fernandez (Spa) Kalex 33"950
9. Andrea Locatelli (Ita) Kalex 35"707
10.Simone Corsi (Ita) Kalex 37"019

- Classifica
1. Francesco Bagnaia (Ita) 306 punti
2. Miguel Oliveira (Por) 297
3. Brad Binder (Rsa) 201
4. Alex Marquez (Spa) 173
5. Lorenzo Baldassarri (Ita) 162
6. Joan Mir (Spa) 155
7. Luca Marini (Ita) 147
8. Marcel Schrotter (Ger) 147
9. Mattia Pasini (Ita) 141
10. Fabio Quartararo (Fra) 138

 

Moto3
- Ordine d'arrivo

1 Can Oncu (Tur) Ktm in 43:06.370
2 Jorge Martin (spa) Honda + 4"1
3 John McPhee (Gb) 6"1
4 Fabio Di Giannantonio (Ita) Honda 12"9
5 Enea Bastianini (Ita) Honda 4"7
6 Jaume Masia (Spa) Ktm 21"1
7 Niccolo Antonelli (Ita) Honda 26"6
8 Nakarin Atiratphuvapat (Tha) Honda 30"8
9 Marcos Ramírez (Spa) Ktm 33"4
10 Celestino Vietti (Ita) Ktm 39"0

- Classifica
1. Jorge Martin (Spa) 260 punti
2. Fabio Di Giannantonio 218
3. Marco Bezzecchi (Ita) 214
4. Enea Bastianini 177
5. Lorenzo Dalla Porta (Ita) 151
6. Aron Canet (spa) 128
7. Jakub Kornfeil (Cech) 116
8. Gabriel Rodrigo (Arg) 116
9. Albert Arenas (Spa) 107
10. Marcos Ramirez (Spa) 102

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: