• Europa League: Arsenal risorge e batte 2-0 il Milan a S.Siro

Europa League: Arsenal risorge e batte 2-0 il Milan a S.Siro

Colpo del Salisburgo che vince 2-1 a Dortmund. 1-0 del Lione a Mosca col Cska, Atletico Madrid travolge la Lokomitiv 3-0

Europa League: l'Arsenal risorge e batte 2-0 il Milan a S.Siro nell'andata degli ottavi LE PAGELLE. I gol nel primo tempo di Mkhitaryan e Ramsey. Ritorno fra 7 giorni. Colpo del Salisburgo che vince 2-1 a Dortmund. 1-0 del Lione a Mosca col Cska, Atletico Madrid travolge la Lokomitiv 3-0 

Il punto -  Imbattuto da 13 gare, il Milan cade con l'Arsenal, fallendo il primo vero test internazionale per Gattuso. Grazie ai due gol (tutti nel primo tempo) di Mkhitaryan e Ramsey, frutto del genio di Ozil, gli inglesi a San Siro chiudono la striscia di 4 ko e nel peggior momento di crisi di Wenger si dimostrano comunque di un altro livello rispetto ai rossoneri, che restano a secco ma fra tanti errori hanno il merito di non affondare. Fra una settimana a Londra dovranno fare un'impresa per qualificarsi ai quarti di Europa League.

Intanto solo il triste ricordo di Davide Astori (commosso silenzio e applausi da parte dei 70 mila spettatori) ha smorzato l'atmosfera di una serata dal sapore di Champions, con ritmi più alti di quelli a cui il Milan è abituato in Italia e un avversario più esperto e talentuoso, dalla trequarti in su e sulle fasce, con Kolasinac e Chambers (in costante proiezione offensiva) che dominano su Calabria e Rodriguez, senza far rimpiangere l'infortunato Bellerin. Dopo 26 anni il Milan di Gattuso gioca con gli stessi titolari per la terza partita di fila (come quello di Capello), ma è una squadra diversa da quella che ha steso Roma e Lazio, con idee meno chiare e gambe più pesanti. Prova da subito a mettere in difficoltà l'Arsenal accelerando ma sul più bello è vittima della frenesia, tanto che l'allenatore calabrese, che di solito predica veemenza, deve chiedere ai suoi più calma. Non ne ha bisogno Wenger, serafico anche nei primi 5', un assedio del Milan che colleziona tre corner, sfiora il gol con Bonaventura e il rigore con Calhanoglu, che salta Ospina anziché cercare il contatto con il portiere in uscita. E non appena gli inglesi entrano in partita, iniziano gli affanni per la difesa rossonera.

Gattuso, non è finita ma molto dura per Milan - "Non è finita ma sarà molto, molto difficile". Rino Gattuso sa bene che serve un'impresa per ribaltare lo 0-2 di San Siro con l'Arsenal, ma promette che giovedì prossimo il suo Milan farà il possibile. "Nel calcio mai dire mai, sicuramente non andremo in gita a Londra a fare una scampagnata. Siamo il Milan, bisogna rispettare la maglia, la storia e nel calcio può succedere di tutto. L'Arsenal ha mostrato di essere superiore, ma abbiamo sbagliato noi, forse anche io non mi sono fatto capire bene", è l'analisi dell'allenatore rossonero. All'Emirates servirà quel coraggio che "è mancato" secondo Leonardo Bonucci. "Nel primo tempo - ha notato il difensore - eravamo troppo ansiosi, avevamo quasi timore". "Sapevamo fosse una partita molto, molto difficile. È vero che l'Arsenal viene da un momento difficile ma è una squadra di grande qualità. Abbiamo sbagliato tantissimo, non siamo stati compatti, la squadra era spaccata in due - ha commentato ancora Gattuso -. Non abbiamo giocato da squadra, abbiamo dato la sensazione che loro potessero farci male ad ogni azione. Ci sta soffrire la pressione, giocare in Europa e in Italia sono due cose totalmente diverse, e le squadre inglesi, che dai diritti tv ricavano 3-4 volte più di quelle italiane, hanno giocatori con qualità tecniche e fisiche importanti. L'Arsenal ha strameritato. Ora bisogna guardare avanti senza perdere fiducia e voglia di lavorare".

I GOL

Milan-Arsenal 0-2 fine pt: 15' Mkhitaryan, 45'+4 Ramsey. Prima frazione di marca inglese, Milan timido ma pericoloso in contropiede
Milan-Arsenal 0-2:
45'+4 Ramsey. Assist bellissimo di Ozil per l'inserimento di Ramsey che dribbla Donnarumma e insacca
Milan-Arsenal 0-1:
al 15' Mkhitaryan rientra sul destro e calcia di potenza all'incrocio dei pali. Decisiva deviazione di Bonucci

E' calato il silenzio su San Siro prima di Milan-Arsenal, con le squadre e i circa 70 mila spettatori che hanno ricordato Davide Astori, morto domenica scorsa. Un lungo applauso ha concluso il minuto di raccoglimento, e sugli spalti sono stati esposti vari striscioni dedicati al capitano della Fiorentina, come quello con scritto "Astori per sempre nei nostri cuori". "Uniti al dolore della famiglia Astori. Riposa in pace", è invece il messaggio sul lenzuolo esposto degli ultrà della Curva Sud prima della sfida di Europa League.

Rossoneri in campo con  Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie', Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA