Premier: brividi City, ma West Ham si arrende a Silva

Successo in rimonta (2-1) sui londinesi e United torna a -8

Josè Mourinho chiama e Josep Guardiola risponde. Vittoria col brivido, ma importantissima, per il Manchester City, dopo che i 'cugini' dello United, strapazzando ieri l'Arsenal, si erano avvicinati pericolosamente in classifica, arrivando a -5. Stasera, nel posticipo della 15/a giornata della Premier League, i 'citizens' hanno ristabilito le gerarchie, riguadagnando un confortevole +8 sui 'Red devils'. Il 2-1 al West Ham United è stato soffertissimo fino alla fine: i padroni di casa si sono imposti in rimonta, dopo il vantaggio dell'italiano Ogbonna per gli ospiti, su assist di Cresswell, al 44' del primo tempo. Otamendi ha pareggiato al 12' della ripresa, su suggerimento di Gabriel Jesus, subentrato a Danilo. Al 38' ci ha pensato David Silva a spezzare l'equilibrio, regalando il 14/o successo in 15 partite ai 'suoi'. Adesso in classifica City a 43 punti, lo United a 35 grazie alla vittoria per 3-1 sabato in casa dell'Arsenal ncon il gol di Valencia e la doppietta di Lingard. A segno Lacazette per i Gunners.

Continua la serie positiva del Chelsea che, sul terreno di Stamford bridge, piega la resistenza del Newcastle per 3-1. I 'Blues' vanno sotto al 12', quando Gayle batte Courtois, ma risalgono la china nel giro di 9' grazie all'ispirato Hazard, che firma il pari al 21'. Morata porta in vantaggio i campioni d'Inghilterra al 33', su assist di Moses, e nella ripresa ci pensa ancora Hazard al 29' a calare il tris che vale un successo importantissimo nella 15/a giornata della Premier. Il Chelsea sale a quota 32 .. CInquina del Liverpool a Brighton, mentre continua a stentare il Tottenham che pareggia 1-1 a Watford. Prosegue la corsa del Leicester, vittorie per Everton e Stoke

Il quadro della 15/ma giornata (RISULTATI E CLASSIFICHE)

  • Chelsea-Newcastle 3-1
  • Everton-Huddersfield 2-0
  • Leicester-Burnley 1-0
  • Watford-Tottenham 1-1
  • West Bromwich-Crystal Palace 0-0
  • Stoke City-Swansea City 2-1
  • Brighton-Liverpool 1-5
  • Arsenal-Manchester United 1-3
  • Bournemouth-Southampton 1-1
  • Manchester City-West Ham 2-1

Conte ci crede, possiamo raggiungere City - Il distacco dalla vetta appare proibitivo, ma con 66 punti ancora a disposizione, Antonio Conte non ci sta ad abdicare anzitempo. Con questo spirito il suo Chelsea, impegnato allo Stamford Bridge contro il Newcastle, insegue da lontanissimo la capolista Manchester City, che comanda la Premier League con 11 lunghezze di vantaggio sui Blues (e +8 sullo United). Il turno settimanale ha confermato gli equilibri al vertice, che il tecnico italiano resta convinto possano ancora cambiare da qui a maggio. "Penso che sia giusto credere e convincersi che possiamo raggiungerli - le parole di Conte -. Ai miei giocatori chiedo proprio questa mentalità. In ogni partita dobbiamo dimostrare lo stesso desiderio, anche se sono il primo a sapere che per tantissime ragioni non sarà facile raggiungere il City. Innanzitutto perché continuano a vincere (12 vittorie di fila in campionato), e poi perché spesso segnano nei minuti finali, dimostrando una grande determinazione. In questo momento è meglio guardare solo il nostro cammino e fare i conti alla fine". Se già mercoledì, contro lo Swansea, Conte era ricorso al turnover, una simile rotazione è prevedibile anche contro i Magpies. "In questo momento è fondamentale alternare i giocatori, soprattutto quelli che fin qui hanno giocato di più. Siamo impegnati in quattro competizioni, i giocatori lo sanno e devono accettare che non possono giocare tutte le partite". Conte ha voluto negare ogni dissapore con l'ex Rafa Benitez, presunte incomprensioni che risalirebbero ai tempi della Serie A. "Non è assolutamente vero, Rafa ha fatto un gran lavoro a Napoli. Quando allenavo la nazionale sono andato a trovarlo a Napoli e abbiamo trascorso qualche ora assieme. Ho grande rispetto per Benitez, come persona e professionista".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA