• Roma batte Juventus 3-1, non passa il primo match point scudetto dei bianconeri LE FOTO

Roma batte Juventus 3-1, non passa il primo match point scudetto dei bianconeri LE FOTO

Secondo tempo perfetto dei giallorossi in gol con El Shaarawy e Nainggolan

Impresa della Roma che batte la Juventus 3-1 LA CRONACA all'Olimpico, riacciuffa il secondo posto e si porta a -4 dai bianconeri a due giornate dalla fine del campionato. Non passa il primo match point scudetto per la Vecchia Signora.

 Il vantaggio di Lemina al 21' del primo tempo illude i bianconeri, ma la Roma prima pareggia con De Rossi (25' pt), poi passa in vantaggio con El Shaarawy (11' st). A mettere al sicuro i tre punti ci pensa Nainggolan, non al meglio fisicamente e in dubbio fino a pochi minuti dal fischio iniziale. Il gol del centrocampista belga al 21' della ripresa taglia le gambe alla Juventus, che nel finale potrebbe reclamare un rigore per un fallo su Dybala, entrato a metà secondo tempo. Da valutare le condizioni di Mandzukic, dolorante alla schiena, rimasto in campo soltanto perché Allegri aveva finito i cambi. La trasferta romana inizia dunque nel peggiore dei modi per la Juventus, che mercoledì sfida la Lazio nella finale di Coppa Italia. Tre giorni di tempo per recuperare le energie, fisiche e mentali, e cercare così di ripartire.

GOL e MOMENTI CLOU

ROMA JUVENTUS 3-1 al 21' Nainggolan allunga per i giallorossi

ROMA JUVENTUS 2-1 All'11' del secondo tempo gol  di El Shaarawy che beffa Buffon anche grazie a una deviazione di Lichtsteiner

ROMA JUVENTUS 1-1 al 25' pareggio della Roma con De Rossi dopo un miracolo di Buffon

ROMA JUVENTUS 0-1 al 21' Lemina in gol per i bianconeri su assist in area di Higuain

ROMA JUVENTUS 0-0 Al 7' palo pieno colpito da Asamoah per la Juventus

Totti in campo al 93', ovazione Olimpico  - Una vera e propria ovazione di tutto il pubblico dello stadio Olimpico ha accolto l'ingresso in campo di Francesco Totti nei minuti di recupero della gara che la Roma ha vinto per 3-1 sulla Juventus. Per il capitano giallorosso si è trattato con ogni probabilità dell'ultimo incrocio in carriera con la Vecchia Signora.

Allegri, calo d'attenzione ma non sono preoccupato  - "Nel primo tempo abbiamo fatto bene, giocando in modo cattivo. Nella ripresa basta vedere il gol che abbiamo preso per capire come è andata. Dobbiamo fare i complimenti alla Roma, ma noi sotto l'aspetto dell'attenzione qualcosa abbiamo mollato'': così Massimiliano Allegri a Premium Sport commenta il ko della Juve. ''Siamo stati anche poco lucidi, già dai primi passaggi - prosegue - nella ripresa, mi sono accorto che ci stavamo un po' addormentando. Ultimamente abbiamo concesso qualcosina a livello difensivo, ma nell'arco di una stagione intera questi momenti arrivano. Dobbiamo rialzarci subito per mercoledì e poi per la gara col Crotone''. Secondo Allegri ''bisogna semplicemente considerare che avevamo davanti la seconda forza del campionato. Non sono preoccupato, anzi dobbiamo solamente rimanere lucidi e capire dove abbiamo sbagliato, per evitare di farlo in futuro. Dobbiamo fare un passo alla volta: ora arriva la Coppa Italia, poi ci concentreremo sul campionato e per ultima la Champions".

Spalletti, "volevamo far capire di che pasta fatti"  - "Durante tutta la settimana ci siamo focalizzati sul secondo posto, sul campo, al di là di tutte le voci, che si portano dietro complicazioni. Abbiamo giocato da squadra tignosa, che ha saputo soffrire, ma con la testa sempre lucida: noi volevamo vincere questa partita, altre cose non ci interessavano. Questa vittoria è il premio al valore di questi ragazzi, che sono persone prima che giocatori: fa capire di che pasta sono fatti". Lo ha detto il tecnico della Roma Luciano Spalletti, a Premium Sport, dopo la vittoria dei giallorossi sulla Juventus nel posticipo della 36/a giornata di Serie A. "Perotti - ha detto ancora Spalletti - è un giocatore che ha bisogno di prendere la palla sui piedi per attaccare lo spazio e, se gli cambi posizione, non lo metti a suo agio. Non era molto contento, infatti, alla sostituzione, ma si è dato da fare: può far meglio, ma si è sacrificato tantissimo per la squadra. Il mio futuro sono le prossime due partite, che sono assolutamente da vincere. Non bisogna pensare ad altro, vorrebbe dire alzare un po' di polvere e farci vedere meno chiaro. L'Inter? Anche questa è polvere, quella di cui ho appena parlato: dobbiamo concentrarci su Chievo e Genoa".

De Rossi, vittoria importantissima  - "Questa è una vittoria importantissima, specialmente perché siamo riusciti a tenere sotto il Napoli. È stata una partita difficile, ma dopo lo svantaggio iniziale siamo riusciti a reagire e l'abbiamo fatto nel migliore dei modi contro una grande squadra. A questo punto vincere le prossime due diventa fondamentale'': così ai microfoni di Premium Sport Daniele de Rossi commenta la vittoria della Roma contro la Juventus. ''Oggi abbiamo sentito il sostegno dei tifosi - ha aggiunto - mi piacerebbe fosse così in tutte le partite, non solo contro la Juventus. Il mio futuro? Quello che conta oggi è il risultato che c'è sul tabellone''..

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA