Rugby: 6 Nazioni, la solita Italia crolla dopo un'ora

Galles vince 33 a 7 all'Olimpico. O'Shea, colpa della nostra indisciplina'

Italia-Galles 7-33 nel posticipo della prima giornata del torneo delle 6 Nazioni. Sotto gli occhi del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, un'Italia dalla doppia faccia resiste un solo tempo nella gara d'esordio del 6 Nazioni 2017, poi il Galles dilaga. Nella prima frazione, azzurri avanti con la meta di Gori e la trasformazione di Canna. Non è tutto, perché Parisse e soci difendono con umiltà operaia e resistono con caparbietà alle cariche dei gallesi che si gettano a testa bassa su ogni ovale. Così gli azzurri vanno al riposo in vantaggio per 7-3, poi nella ripresa torna la solita Italia, c'è il crollo e un parziale impietoso: 30-0 per il Galles. Come dire che "l'intensità costante" auspicata da O'Shea alla vigilia nei secondi 40' proprio non si è vista. 

VIDEO - Mattarella assiste all'incontro di rugby Italia-Galles

L'Italrugby torna ad essere quella vista in troppe occasioni e sempre in perfetto orario, dopo un'ora di gioco. Infatti il momento cruciale è al 20' del secondo tempo, quando Lovotti esce dal campo per un'espulsione temporanea di 10' a causa di alcuni crolli di mischia e gli azzurri restano con un uomo in meno. In breve i gallesi sfondano ben due volte in meta, prima con Jonathan Davies poi con Liam Williams, prima di chiudere il conto nel finale con la meta di George North e l'impresa sfiorata della quarta meta (negata a tempo scaduto con l'ausilio del Tmo) che avrebbe significato bonus. Al termine del match, Conor O'Shea la analizza così: "Abbiamo una grossa sfida per cambiare molto della nostra mentalità, nel secondo tempo è venuta meno la nostra disciplina, la sfida che abbiamo è cambiare la percezione per far sì che i rossi e i blu appaiano nello stesso modo", spiega il ct azzurro. "Siamo stati la miglior squadra nel primo tempo - ha aggiunto il coach in conferenza stampa - ma alla fine lo è stata il Galles. Dobbiamo anche essere sicuri di cambiare la percezione di come le persone guardando a noi in modo da essere arbitri in modo equo in campo. Ora ripartiamo dal lavoro, durante il primo tempo molte cose che mi sono piaciute, molti aspetti positivi".

LE FOTO

Italia-Galles 7-33 (7-3) in una partita della prima giornata del 6 Nazioni.

Italia: Padovani; Bisegni (20' st Panico, 31' st Bisegni), Benvenuti, McLean, Venditti; Canna (30' st Allan), Gori (25' st Bronzini); Parisse, Mbanda, Steyn; Biagi (13' st Furno), Fuser (35' pt Furno; 1' st Fuser; 23' st Minto); Cittadini (19' st Ceccarelli), Gega (7' st Ghiraldini), Lovotti. All. O'Shea.

Galles: Halfpenny; North, Davies, S. Williams (34' st J. Roberts), L. Williams; Biggar (1' st S. Davies), Webb (34' st G. Davies); Moriarty (34' st King), Tipuric, Warburton; Wyn Jones (cap) (5' pt Hill, 17' pt Wyn Jones), Ball (23' st Hill); Lee (11' st Francis), Owens, Smith (11' st Evans). All. Howley.

Arbitro: Doyle (Inghilterra).

Marcatori: nel pt 29' meta Gori tr Canna (7-0), 36' cp Halfpennny (7-3); nel st 6' cp Halfpenny (7-6), 13' cp Halfpenny (7-9), 16' cp Halpenny (7-12), 22' meta J. Davies tr Halfpenny (7-19), 28' st meta L. Williams tr Halfpenny (7-26), 38' st meta North tr Halfpenny (7-33).

Cartellino giallo (esp. temporanea): Lovotti al 20' st.

Spettatori: 45.000.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA