• Formula 1: Lewis Hamilton trionfa anche a Silverstone, Rosberg retrocesso

Formula 1: Lewis Hamilton trionfa anche a Silverstone, Rosberg retrocesso

Tedesco penalizzato:da 2/a a 3/o dietro Verstappen. Male Ferrari

Vittoria numero 47, la quarta davanti al pubblico di casa per Lewis Hamilton che domina il Gran Premio di Silverstone e, soprattutto, riapre il mondiale. La 10/a prova iridata stagionale di F1 vede ancora una volta il dominio delle Mercedes con il britannico che sfreccia sulla pista di casa e Nico Rosberg che difende a denti stretti la leadership nella classifica piloti: finisce secondo alle spalle del compagno di squadra ma la giuria lo declassa successivamente al 3/o posto - con una penalità nell'ordine di arrivo di 10" che lo portano alle spalle del 18enne olandesino Verstappen - per indicazioni ricevute via radio sul cambio andato in tilt quando mancavano pochi giri alla fine, facendogli perdere il secondo gradino del podio e, soprattutto, 3 preziosissimi punti in chiave mondiale: il tedesco ora è ancora davanti, con un solo punticino sul campione del mondo in carica. (ORDINE DI ARRIVO E CLASSIFICHE)

Sul secondo gradino del podio sale così il pilota-prodigio della Red Bull, protagonista di una corsa quasi perfetta per 3/4 di gara (incluso un sorpasso da urlo a Rosberg). Quarto posto per Daniel Ricciardo. Nelle retrovie le Ferrari, ma visto anche come erano andate le qualifiche, c'era ben poco da sperare. Kimi Raikkonen, fresco di rinnovo è quinto, Sebastian Vettel - che partiva dalla sesta fila per la penalizzazione dopo la sostituzione del cambio - chiude al nono posto.



Lo show di Hamilton prima del Gp - VAI

L'inizio della corsa è lento e in regime di safety car per cinque giri per l'asfalto reso bagnato dalla pioggia caduta poco prima del semaforo verde. Hamilton che partiva dalla pole dopo aver fatto segnare ieri anche il record della pista fa la differenza sin dalle prime battute. In scia ci sono Rosberg e Verstappen con l'olandese che da filo da torcere a Rosberg fino a sorpassarlo all'esterno tra l'entusiasmo degli appassionati. Le Ferrari non sono mai competitive. Raikkonen è quinto senza però mai creare pericoli al gruppo di testa. Vettel reagisce nel finale (e si prende anche 5 secondi di penalità per un sorpasso a Massa) e chiude nono riuscendo ad entrare in zona punti. ma la sensazione è stata netta con le 'rosse' mai veramente competitive né con le Mercedes ma nemmeno con le Red Bull.



Il finale è una vera e propria ovazione per Hamilton mentre da stigmatizzare ci sono i fischi per Rosberg sul podio. ''E' stata una gara fantastica - le parole di Hamilton dopo la premiazione - sono contento che prima del via sia uscito il vero meteo inglese, all'inizio ho dovuto fare attenzione e adattarmi alla guida sul bagnato, ma adoro questa gara perché può accadere sempre di tutto". Rosberg dal podio (dopo i fischi del pubblico inglese) si complimenta con il compagno di squadra: Nico Rosberg applaude il rivale: "Faccio i complimenti a Lewis che ha fatto un grande lavoro - dice - Verstappen mi ha passato e poi l'ho ripassato, è stato un osso duro". E l'olandese non nasconde la soddisfazione per la sua gara: "E' un podio favoloso - dice prima di apprendere della decisione della giuria che penalizza Rosberg - Avevo passato Nico e stavo per prendere Lewis ma poi Rosberg mi ha ripreso. Ringrazio la Red Bull per avermi dato una macchina grandiosa".


Di tutt'altro tono Vettel, conscio delle difficoltà delle Ferrari. Il tedesco però invita a non fare drammi: "Oggi non eravamo competitivi ma come team abbiamo reagito bene. Non siamo contenti del risultato ma siamo riusciti a non perdere troppi punti. Nel corso della gara siamo stati veloci - dice - ma non abbastanza per competere con Red Bull e Mercedes. Sappiamo quello che abbiamo in mano, non c'è bisogno di creare panico, è solo una brutta giornata. Possiamo imparare da queste gare, non c'è bisogno di mettere tutto in discussione", conclude.


 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA