• Tirreno Adriatico 2016: vince Cummings, Stybar resta leader

Tirreno Adriatico 2016: vince Cummings, Stybar resta leader

Il corridore britannico vince in volata. Maltempo, annullata tappa domani

 Il corridore britannico Steven Cummings ha vinto in solitaria la quarta tappa della Tirreno-Adriatico, da Montalto di Castro a Foligno, di 222 km. Il 34enne della Dimension Data è scattato a poco più di 3 km dal traguardo ed è volato da solo all'arrivo. Secondo posto per Salvatore Puccio del team Sky, che allo sprint ha avuto la meglio su Natnael Berhane (anche lui come il vincitore della Dimesnion Data) giunto terzo. Il ceco Zdenek Stybar resta leader della classifica generale.

Domani non si correrà a causa del maltempo la quinta tappa della Tirreno-Adriatico di ciclismo, la Foligno-Monte San Vicino di 176 km. La decisione è stata presa dagli organizzatori delal corsa dei due mari, per l'aggravarsi delle condizioni meteo. In particolare è attesa una fitta nevicata anche sotto i 700 metri, e ciò ha di fatto reso problematico anche un eventuale percorso di riserva. Alla fine, fatte tutte le valutazioni per la sicurezza dei ciclisti, il presidente di giuria, i rappresentanti delle squadre e dei corridori e la polizia hanno deciso l'annullamento della corsa. La notizia è stata confermata anche dal comune di Foligno. La decisione di annullare la tappa di domani della Tirreno-Adriatico è stata comunicata dagli organizzatori al sindaco di Foligno Nando Mismetti. L'annullamento è legato, come detto, alle avverse condizioni meteo lungo il percorso. La carovana lascerà quindi Foligno con mezzi propri per raggiungere la partenza della successiva tappa in programma, da Castelraimondo (Marche) a Cepagatti (Abruzzo), di 210 km.

LA GARA - Era la tappa più lunga e attesa di questa 51ma edizione della Tirreno-Adriatico, e i corridori l'hanno onorata dandosi battaglia, fino allo spunto finale di Cummings che ha sorpreso il gruppo ed è volato da solo fino al traguardo di Foligno, lasciandosi alle spalle un gruppetto di inseguitori giunti con 13" di distacco (nel'ordine Puccio, Berhane e Moreno). In classifica generale, dopo le prime 4 tappe, resta al comando il ceco Stybar (Etixx-Quick Step), seguito a 9" da un terzetto di corridori della BMC, vale a dire Caruso, Van Avermaet e Van Garderen; quinto posto per Jungles (Etixx-Quick Step), seguito da Brambilla (Etixx-Quick Step), entrambi a 11", settimo Sagan (Tinkoff) a 14". La cronaca della corsa registra vari episodi interessanti. Già al 15mo km c'è sto un tentativo di fuga, che non ha avuto successo da parte di un gruppetto di corridori. Poi ci hanno provato Conti e Vilela, dopo un po' raggiunti da Bendetti e da Bongiorno. Il quartetto è riuscito a mettere fra sè e il gruppo anche sette minuti di vantaggio. Sulla salita di Montefalco però il gruppo degli inseguitori si è rifatto sotto e la fuga pian piano annullata, l'ultimo a cedere agli inseguitore è stato Conti (Lampre-Merida) a una trentina di km dall'arrivo. A circa 20 km dal traguardo c'è stato uno spunto del campione del mondo Peter Sagan che ha provato un allungo, senza successo. Poi ormai quasi in vista di Foligno, lo scatto decisivo del britannico Cummings e il suo arrivo in solitaria, dietro di lui a una manciata di secondi (13 per la precisione) sono arrivati Puccio, Berhane, Moreno Bakelandts e Montaguti, a seguire tutti gli altri. Incredulo e sorpreso il vincitore Cummings, subito dopo l'arrivo: "Stavo lavorando nel finale per la vittoria di Edvald Boasson Hagen. Era il capitano di giornata. Si è però formato un buco ai 3 km. Di solito su distanze simili tengo molto bene, quindi sono partito a tutta ed è andato tutto per il meglio". Il leader della classifica generale e Maglia Azzurra Zdenek Stybar ha dichiarato: "Le salite nell'ultima parte della tappa erano molto dure. Al secondo passaggio, comunque, ho tenuto bene. Sono contento di aver conservato la maglia ancora per un giorno, domani ci giocheremo le carte con Gianluca Brambilla, Bob Jungels o, perché no, proverò anch'io". Domani quinta tappa, la corsa dei due mari parte da Foligno con arrivo in salita a Monte San Vicino, per un totale di 176 km
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA