Serie B: Crotone al comando

Pari Cagliari, Crotone vola al comando. Pescara e Avellino ko. Modena batte Livorno TUTTI I GOL VIDEO

Il Modena vince lo scontro salvezza contro il Livorno. Entrambe erano a quota 32 in zona playout e con questa vittoria la squadra di Crespo fa un importante passo in avanti in chiave salvezza, mentre i toscani restano inguaiati in piena zona retrocessione. Il posticipo di serie B è finito 1-0 grazie al gol di Davide Luppi al 22' del primo tempo. L'attaccante, al terzo gol nelle ultime tre gare, ha raccolto una corta respinta di Pinsoglio ribadendo in rete a pochi passi dalla porta. Il Livorno avrebbe sicuramente meritato di più, sia per la mole di gioco espressa, ma anche per le occasioni create. Nel finale clamoroso palo interno del livornese Fedato, mentre i toscani hanno chiesto un rigore sempre nelle battute conclusive per un tocco di mano di Popescu dentro l'area di rigore.

Il quadro  della 30/a giornata del campionato (Risultati e classifica):

  • Avellino-Spezia 0-1
  • Crotone-Ascoli 2-0
  • Entella-Bari 2-0
  • Lanciano-Brescia 1-0
  • Latina-Como 1-1
  • Novara-Vicenza 4-0
  • Perugia-Ternana 1-0
  • Pro Vercelli-Pescara 5-2  
  • Trapani-Cagliari 2-2
  • Modena-Livorno 1-0
  • Cesena-Salernitana lunedì 7/3 alle 20.30

I gol della 30/ma giornata VIDEO

 

La giornata in pillole

2-0 all'Ascoli, Crotone vola al comando - Il Crotone batte l'Ascoli 2-0 (1-0) in una gara valida per la trentesima giornata del campionato di serie B. Le reti sono state segnate al 27' pt e al 32' st da Palladino. È il Palladino day a Crotone. L'attaccante, con una doppietta - primi gol con la maglia dei calabresi - trascina i rossoblu al successo e permette il sorpasso sul Cagliari in vetta al campionato. Due reti da centravanti d'area con tocco sottoporta nel primo tempo ed uno stacco di testa nella ripresa. Partita facile per il Crotone che spreca tanto contro un Ascoli disordinato e mai pericoloso.

Trapani-Cagliari 2-2 - Pareggio in extremis del Cagliari contro il Trapani al Provinciale. Siciliani in doppio vantaggio con i gol di Pagliarulo al 8' e Citro al 11'. Dimezza le distanze Farias al 3' della ripresa. Pareggio di Joao Pedro al secondo minuto di recupero.

Pro Vercelli-Pescara 5-2- Dilaga la Pro Vercelli contro il Pescara, terza forza del campionato di serie B, che viene sconfitta per 5-2. Bianche Casacche avanti di due gol al termine del primo tempo, con Coly al 37' e Malonga al 40'; al 7' della ripresa accorciano le distanze gli abruzzesi con Torreira, ma la Pro prende di nuovo il largo al 10' con Scavone e al 15' con Beretta che cala il poker. Il secondo gol del Pescara arriva al 32' con Benali, ma il definitivo 5-2 lo segna Scavone al 35'. Gli ospiti sono rimasti in dieci dal 43' del primo tempo per espulsione di Zampano.

Entella-Bari 2-0 - Vola l'Entella che batte 2-0 il Bari e resta saldamente in zona playoff. Per gli ospiti qualche occasione ma nulla di più. Partenza sprint dei liguri che sfiorano il vantaggio al 7' e al 9' con Masucci e Caputo ma senza fortuna. Ancora l'Entella in avanti con Sestu ma il suo tiro finisce a lato. I pugliesi reagiscono al 37' quando Defendi da buonissima posizione calcia tra le braccia del portiere di casa Iacobucci. Che poi si esalta al 42' sulla parabola insidiosa di Rosina. Nella ripresa l'Entella sblocca il risultato con Caputo al 13' che capitalizza al meglio un assist di Masucci. E al 20' arriva il raddoppio proprio con Masucci che batte Micai con un tocco preciso. Il Bari rialza la testa con Valiani al 25' ma il suo tiro termina a lato.

Latina-Como 1-1 - Finisce 1-1 (0-0) tra Latina e Como, gara valida per la 30/a giornata del campionato di serie B. Le reti nella ripresa: al 19' il Como, nella prima occasione del secondo tempo, passa in vantaggio con Ganz: il numero 9 raccoglie una respinta di Ujkani e firma lo 0-1. Immediata la reazione dei padroni di casa e al 36' arriva il pareggio: Scuffet sbaglia l'uscita sul cross di Mariga e Dumitru segna l'1-1

Perugia-Ternana 1-0 - Il Perugia ha battuto 1-0 con gol di Prcic la Ternana nel secondo derby dell'Umbria di questa stagione di serie B: la squadra di Bisoli, davanti a oltre 12 mila spettatori, aveva vinto anche la gara di andata, con lo stesso punteggio. Poche le occasioni da rete del primo tempo, con un Perugia poco incisivo in attacco e una Ternana più aggressiva. Prima dell'intervallo, nervosismo in campo, con qualche scintilla fra Ardemagni e il portiere rossoverde Mazzoni, entrambi ammoniti dall'arbitro Luca Pairetto. Nella ripresa al 24' Perugia in avanti: il neo-entrato Guberti serve in area Ardemagni che di testa sfiora il vantaggio biancorosso. Al 29' Valjent atterra Aguirre: secondo giallo per il giocatore e Ternana in dieci. Passano 10 minuti e Prcic, con un gran destro dal limite dell'area supera Mazzoni. A fine gara, espulso anche Bisoli mentre il Curi festeggia.

Novara-Vicenza 4-0 - Si decide nel secondo tempo la sfida tra Novara e Vicenza. Gli azzurri battono i veneti 4-0 i proseguono il loro momento positivo. Dopo un primo tempo equilibrato, con occasioni per entrambe le squadre, la svolta arriva nella ripresa con l'espulsione dopo due minuti di Pinato per doppia ammonizione. Subito dopo il Novara trova il gol con Corazza. Il Vicenza non si è disunito, e ha continuato a cercare il pareggio, crollando soltanto nel finale. Ben tre i gol dei padroni di casa, sempre in contropiede, negli ultimi minuti della partita con Evacuo, Faragò e Viola.

Avellino-Spezia 0-1 - L'Avellino si smarrisce a un importante incrocio della stagione per restare agganciata ai confini della zona play off e cade sotto i colpi dello Spezia, a cui basta la rete di Acampora (3' st) per conquistare l'intera posta in palio e collezionare il nono risultato utile consecutivo. Dopo un buon primo tempo, nel quale i padroni di casa sono andati vicini al vantaggio, due volte con Mokulu (9' e 14' pt) e con Castaldo (27' pt), ai quali hanno replicato le pericolose conclusioni a rete di Piccolo (31' pt) e Calaiò (33'pt), gli irpini hanno disputato una ripresa senza nerbo e con pochissime idee, mandate ancora di più in confusione da Di Carlo: l'allenatore dei liguri prima ha aumentato la fisicità della retroguardia, inserendo Postigo (26' st per Sciaudone) quindi nell'ultimo quarto d'ora di gara ha accorciato Acampora sulla linea mediana, dietro a Piccolo e Calaiò. Il nuovo assetto tattico ha completamente imbrigliato il gioco dell'Avellino che non è quasi mai riuscito a ripartire. L'unica occasione di un qualche rilievo è capitata sui piedi di Castaldo (26' st) che su errore difensivo di Pulzetti, ha concluso da ottima posizione a lato. Lo Spezia avrebbe potuto passare di nuovo con Piccolo (30' st) sul quale ha salvato in uscita disperata Frattali e con Calaiò (41' st) che con un tocco morbido ha sfiorato di pochissimo la traversa.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA