Allegri: 'test superato, pronti per scudetto'

Zaza 'fortunato e bravo, ora dipende tutto da noi'

 "Questo era uno snodo molto importante per il campionato: una bella iniezione di fiducia e di autostima". Il sorpasso ed il primato per la prima volta in questa stagione è il momento chiave della stagione che il tecnico juventino, Massimiliano Allegri, aspettava: "In questo momento siamo primi in classifica perché i ragazzi hanno vinto 15 partite in fila - spiega il tecnico - il merito è principalmente loro, sono cresciuti mentalmente. Era un test importante, dovevamo dimostrare di essere all'altezza di vincere il campionato: abbiamo raggiunto il primo posto, un aspetto psicologicamente molto importante. I ragazzi sono stati bravi, vincere non era semplice ma mancano ancora 13 partite".

Una partita sbloccata da un'invenzione di Zaza, confermato dal tecnico durante il mercato di gennaio: "Ho bloccato la partenza di Zaza ma anche di altri giocatori - aggiunge il tecnico - la differenza la faranno coloro che hanno giocato di meno, freschi fisicamente e mentalmente. Il Napoli ha giocato una buona partita ma non abbiamo concesso nulla, a parte un cross salvato da Bonucci. Noi di contro abbiamo avuto una buona occasione con Dybala. I ragazzi sono stati bravi a rallentare il Napoli, schierato con esterni molto bassi: serviva pazienza. Temevo la velocità, in campo aperto sono devastanti. Abbiamo giocato con grande autorevolezza". "Spero che il mio gol sia decisivo per il campionato - è la dichiarazione a caldo del match winner, Simone Zaza - ora dipende tutto da noi, siamo primi. Sono stato fortunato ma anche bravo. Il mio obiettivo? Raggiungere Euro 2016, spero di essere protagonista"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA