Serie B, il Perugia vince a Crotone, Cagliari primo

Pescara al settimo acuto, vola il Livorno di Panucci

Cade il Crotone in casa con il Perugia e fallisce il controsorpasso al Cagliari, che resta primo in classifica grazie alla vittoria nell'anticipo ad Avellino. Settimo acuto consecutivo del Pescara, che consolida il terzo posto battendo il Bari. Ritorno con vittoria per Panucci sulla panchina del Livorno. Nel posticipo l'Entella batte il Novara. 

Il quadro della 24/ma giornata (Risultati e classifica)

  • Avellino-Cagliari 1-2
  • Brescia-Livorno 1-3
  • Como-Vicenza 1-1
  • Cesena-Ascoli 3-0
  • Crotone-Perugia 1-2
  • Pescara-Bari 3-1
  • Virtus Lanciano - Trapani 0-3
  • Ternana-Modena 2-1
  • Latina-Pro Vercelli 1-0
  • Virtus Entella - Novara 1-0
  • Spezia - Salernitana (Lunedì 20.30)

La giornata in pillole - VIDEO

 

Entella-Novara 1-0 - L'Entella batte 1-0 il Novara ridotto in dieci e ritorna in zona play off. Gara equilibrata con occasioni da una parte e dall'altra. Dopo cinque minuti piemontesi vicini al gol con Corazza che si fa respingere la conclusione da Iacobucci. I liguri reagiscono e Costa Ferreira esalta i riflessi del portiere Tozzo che allontana con i pugni. Nella ripresa Tozzo ancora bravissimo su Caputo mentre il Novara replica con Nadarevic ma Iacoponi in scivolata neutralizza la minaccia. Un minuto dopo annullato un gol al Novara per un fallo sul portiere. L'espulsione di Vicari del Novara per un fallo su Caputo è la svolta della gara. I liguri passano in vantaggio con un colpo di testa di Masucci, al sesto gol stagionale, su assist di Costa Ferreira. Lo stesso Masucci potrebbe firmare il bis ma il tiro finisce sulla traversa. Nel finale espulso anche il tecnico del Novara Baroni per proteste.

Crotone-Perugia 1-2 - Il Crotone esce sconfitto in casa - non succedeva da un anno - perdendo 2-1 con il Perugia e fallisce la possibilità di superare nuovamente, o almeno di raggiungere, il Cagliari al primo posto della classifica. A segno Zampano per il Crotone al 42' del primo tempo. La rimonta degli umbri nella ripresa, al 6' st con il nuovo acquisto Rolando Bianchi su azione di contropiede e dieci minuti dopo su corner deviato di testa in rete da Volta. Prima sconfitta interna del Crotone, dunque, contro un Perugia ordinato e cinico che ha meritato il successo

Cesena-Ascoli 3-0 - Vince 3-0 il Cesena, seconda vittoria consecutiva per i romagnoli, settimi in classifica. Perde l'Ascoli, sempre nelle sabbie mobili della lotta per non retrocedere, che però contesta pesantemente la direzione dell'arbitro Baracani di Firenze. Il primo episodio al 15': lancio di Renzetti per Ciano, leggermente trattenuto in area da Jankto e per l'arbitro è rigore e rosso, essendo chiara azione da rete. L'esterno bianconero sembrava nella disponibilità di giocare palla ma rimane comunque dubbio l'episodio. Sul dischetto si presenta Ciano, Lanni intuisce e para. L'esterno mancino comunque si rifà quattro minuti dopo: assist di Sensi, sinistro al volo ad incrociare che non lascia scampo per l'1-0. La partita si mette in discesa per i padroni di casa, specialmente al 24' quando Bianchi, già ammonito per proteste per la concessione del rigore, falcia da dietro Kessie. Secondo giallo e rosso; Ascoli in nove. Insorge la panchina, espulso anche il ds Marroccu per proteste, e la curva ospite che fa partire anche un petardo verso il settore di tifosi locale. Nessuno però rimane coinvolto e al di là delle proteste, non si segnalano altri episodi. Kessie, dopo una bella triangolazione con Kone, raddoppia e infine ci pensa Djuric, su sponda di Perico, a chiudere la gara sul 3-0.

Pescara-Bari 3-1 - Settima vittoria di fila per il Pescara che ha superato all'Adriatico il Bari per 3-1, eguagliando il record di Zeman di quattro anni fa. Per la squadra di Massimo Oddo la serie A è a 5 punti. Questa la successione delle reti: 30' pt Lapadula, 9' st De Luca, 34' st Caprari, 48' st Lapadula. Per l'ex teramano, bomber della B, sono 14 le reti segnate.

Brescia-Livorno 1-3 - Il Livorno di Panucci, richiamato alla guida tecnica al posto di Bortolo Mutti, si rilancia espugnando 3-1 il campo del Brescia. I labronici passano al 21' con Vantaggiato che raccoglie una corta respinta di Coly e infila Minelli con una conclusione in controbalzo. Tre minuti dopo il pari del Brescia: cross di Mazzitelli da sinistra per Geijo che in corsa non sbaglia. Ospiti di nuovo avanti all'11': Antonio Caracciolo sbaglia un rinvio in area e ne approfitta Jelenic. Al 13' padroni di casa in dieci per l'espulsione di Martinelli. E il Livorno fa tris con Borghese. A partita conclusa espulso Coly per proteste.

Como-Vicenza 1-1 - Una prodezza di Ganz nel finale ha regalato al Como il pareggio in una partita in cui il Vicenza ha avuto le occasioni migliori. Partita nervosa con due espulsi, Bessa e Galan, e il Como costretto in dieci per quasi tutto il secondo tempo. Nel primo tempo Como poco pericoloso e Vicenza vicino alla rete in tre occasioni. Nella ripresa al 6' l'espulsione di Bessa per proteste e subito dopo il vantaggio ospite con Sbrissa abile a sfruttare un'indecisione della difesa. Ci si attende il colpo del ko, ma il Como resiste e all'80' pareggia con una splendida girata di Ganz. Finale nervoso, con un palo colpito dagli ospiti e 6' di recupero, a causa di un infortunio subito dal vicentino Manfredini.

Virtus Lanciano-Trapani 0-3 - In una delle gare delle 24esima giornata della serie B il Trapani vince in casa della Virtus Lanciano con il risultato di 3-0 , grazie alle reti di Scognamiglio al 30' del primo tempo, di Citro al 16' del secondo tempo e di Pagliarulo al 19' sempre della ripresa. Per gli abruzzesi é un brutto colpo per le speranze salvezza

Ternana-Modena 2-1 - Vince 2-1 la Ternana contro il Modena, in una gara condizionata dall'espulsione del portiere della squadra emiliana all'11' del primo tempo per un fallo su un giocatore della Ternana. Al 32' gli umbri trovano il gol dell'1-0 con l'olandese Janse, servito dall'attaccante uruguaiano Avenatti. Al 37' Luppi serve un preciso cross per Stanco, che segna il gol del pareggio. La Ternana riesce a trovare nuovamente il vantaggio al 12' della ripresa con un gol di testa di Furlan.

Latina-Pro Vercelli 1-0 - Il Latina ha battuto la Pro Vercelli 1-0 grazie ad un gol di Acosty nella ripresa. Sin dal primo tempo i nerazzurri fanno la partita con un maggior possesso palla e gli ospiti tengono bene il campo. Si arriva al riposo senza grandi emozioni. Nel secondo tempo parte meglio il Latina pericoloso al 4', con un bolide di Olivera deviato in angolo "dallo stinco" di Bani, e al 5' con un sinistro di Scaglia che termina fuori di un soffio. Al 13' si vede anche la Pro Vercelli: Ujkani blocca in bello stile la girata di Marchi. Il Latina sfiora il vantaggio al 15', con il neo entrato Boakye: sul colpo di testa del numero 11 nerazzurro, compie un miracolo Pigliacelli che si salva con l'aiuto della traversa. Al 16', però, il portiere ospite non può nulla sulla zampata vincente di Acosty: sinistro angolato e palla in fondo al sacco, Latina avanti. Una volta in vantaggio, il Latina mette un freno alla propria spinta; la Pro Vercelli, dal canto suo, cerca di fare la gara alla ricerca del pari senza mai, però, impensierire Ujkani. Dopo 5 minuti di recupero al Francioni termina con la vittoria dei nerazzurri.

Avellino-Cagliari 1-2 - Nell'anticipo della terza giornata di ritorno di Serie B, il Cagliari dell'ex Rastelli batte l'Avellino in rimonta con le reti di Munari (11' pt) e di Cerri (33' st). Gli irpini erano passati in vantaggio con Mokulu (5' pt) e hanno risposto colpo su colpo agli affondi della corazzata rossoblù, pur giocando in inferiorità numerica per oltre un'ora, a causa della espulsione di Sbaffo (25' pt) per doppia ammonizione. Nel quarto d'ora finale Rastelli si gioca il tutto per tutto schierando un tridente offensivo puro e alzando la pressione nella trequarti biancoverde, trovando la rete che vale tre punti e l'allungo in testa alla classifica con Cerri, subentrato al 30' della ripresa a Sau. L'Avellino, nonostante la sconfitta che interrompe la sequenza di sette risultati positivi, sei vittorie ed un pareggio, resta comunque ancorata alla zona playoff. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA