Alessandria, in 20mila a Torino per il Milan

Gregucci, vogliamo essere esempio di educazione e rispetto

In quella favola bella che è l'Alessandria contro il Milan,   la squadra di calcio grigio-vestita che salirà sul pullman per andare a Torino lo farà con 20 giocatori e - letteralmente - 20mila tifosi. Sono infatti una quarantina i pullman che domani da Alessandria punteranno su Torino per la semifinale di Coppa Italia: 32 organizzati dai tifosi del gruppo "Orgoglio grigio", i restanti dalla locale associazione dei commercianti. Tutti a Torino perché là, all'Olimpico, c'è il Milan che li aspetta, "una squadra universalmente esempio di vittorie e sportività" ha detto alla vigilia il tecnico dell'Alessandria, Angelo Gregucci. I "Grigi" non vogliono essere da meno: vogliono presentarsi a Torino "come in un sogno", ma nello stesso tempo "come esempio di correttezza, in nome dello sport". "Vogliamo far fare bella figura alla città, ai nostri tifosi, alla Lega Pro - ha detto Gregucci nella conferenza stampa di vigilia -. Siamo pronti a mettere in campo tutta la nostra determinazione cercando la vittoria. Ma il nostro obiettivo è di rappresentare al meglio una città e la sua storia, avendo un comportamento più che corretto". E' con questo spirito che l'Alessandria domani prende il pullman. "Le nostre parole chiave sono quattro: rispetto, responsabilità, educazione, rispetto e merito - ha sottolineato Gregucci -. Certe occasioni diventano un esempio per i giovani. Per questo dopo la vittoria alla Spezia ho voluto ricordare Piermario Morosini". I suoi ragazzi ce la metteranno tutta per giocare alla pari con il Milan. E avranno con loro, sugli spalti di Torino, tutta una città. "Per tutti noi è il massimo - ha detto oggi l'"eroe" di La Spezia, Riccardo Bocalon -. Speriamo che il sogno continui. Ho 26 anni e vivo il momento più alto della mia carriera. Magari questa esperienza mi permettesse di arrivare in A. Per me, che tifo Inter, domani è come un derby". Accanto a lui, Simone Iocolano. E' l'ultimo acquisto in casa Alessandria, è arrivato domenica dal Bassano e spera di giocare. Ma il suo arrivo ha già lasciato il segno: avendo lui una folta capigliatura riccia (lo chiamano "cespuglio"), alcuni commercianti cinesi di Alessandria hanno messo in vendita speciali parrucche grigie. Che sono andate a ruba. Al punto che i giocatori hanno accolto negli spogliatoi il loro nuovo compagno indossando tutti una parrucca-cespuglio. E' solo uno dei tanti gadget inventati per la partita. Ad Alessandria ferve la febbre di "tuttagrigialacittà", la campagna lanciata dalla associazione commercianti per sostenere i colori della squadra. A decine in città le vetrine "in grigio": negozi di abbigliamento, fioristi, farmacie, bar, venditori di scarpe, addirittura panetterie. Una in particolare ha inventato per l'occasione degli speciali biscotti grigi, guarniti di rosso come i colori dell'Alessandria calcio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA