• Sci: Teaux vince libera Santa Caterina, Innerhofer 4/o

Sci: Teaux vince libera Santa Caterina, Innerhofer 4/o

Per azzurro incredibile incidente su pista difficilissima

Il francese Adrien Theaux ha vinto in 1.47.29 la discesa di cdm di Santa Caterina Valfurva, ultima gara del 2015, sui 3.275 metri della difficilissima pista intitolata alla campionessa locale Deborah Compagnoni. Secondo l'austriaco Hannes Reichelt in 1.48.33 e terzo la loro francese David Poisson in 1.48.44. Miglior azzurro - vittima di un incredibile incidente in una gara che stava per vincere - e' stato Christof Innerhofer 4/o in 1.48.51. Per l'Italia ci sono poi Werner Heel 12/o in 1.49.20 e più' indietro Silvano Varettoni in 1.50.41 mentre Peter Fill e Dominik Paris sono usciti, vittime anche loro della terribile pista. Innerhofer, favorito alla vigilia dopo le eccellenti prove cronometrate, l'azzurro si è trascinato sulle spalle per quasi un minuto non solo il telo ma anche il palo di una porta che aveva sradicato mentre viaggiava a 120 km orari. Al momento dell'impatto l'azzurro ha preso una gran botta alla testa ed al naso che ha pure sanguinato. In piu' gli occhiali si sono completamente spostati ed Innerhofer ha avuto parecchio da fare per risistemarli continuando comunque la sua corsa sino a sfiorare il podio. Il norvegese Aksel Svindal, vincitore delle prime tre gare di discesa, ha chiuso al 7/o posto che lo fa tornare al comando della classifica generale - e' la quarta vota che c'e' questo sorpasso - con 636 punti contro i 621 dell'austriaco Marcel Hirscher. Il prossimo appuntamento della cdm uomini e' sempre a Santa Caterina il sei gennaio per lo slalom speciale che sostituisce quello cancellato a Zagabria per mancanza di neve.

Hansdotter vince slalom Lienz, Irene Curtoni 8/a - La svedese Frida Hansdotter, terzo successo in carriera, ha vinto in 1.47.02 lo slalom speciale di cdm di Lienz. Secondo posto per la svizzera Wendy Holdener in 1.47.09 e terzo per la sorprendente slovacca Petra Vlhova, 20 anni e vincitrice ad Aare e 2/a ad Aspen, astro nascente di questa disciplina Due sole italiane nella classifica finale. La migliore e' stata Irene Curtoni 8/a in 1.48.46 grazie ad una buona seconda manche. Poi, anche lei con una bella rimonta nella manche decisiva, c'e' Manuela Moelgg 13/a in 1.49.25 mentre è uscita la trentina Chiara Costazza. La prossima tappa, recupero di Zagabria, e' con lo slalom speciale di Santa Caterina Valfurva il 5 gennaio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA