Serie B: Cagliari a -1 dal Crotone

Novara sale al terzo posto. Vittorie esterne Pescara e Avellino - VIDEO

Il Cagliari vince 2-1 la sfida con il Bari e si porta a -1 dalla capolista Crotone, fermato dal Latina sul 2-2. Il Novara vince ad Ascoli e scavalca il Bari al terzo posto. Vittorie esterne per il Pescarae l'Avellino. Negli anticipi il Modena ha battuto la Salernitana 2-0, mentre il Perugia ha battuto in rimonta 4-1 il Livorno

Il quadro della 19/ma giornata di Serie B (Risultati e classifiche)

  • Ascoli-Novara 1-3
    Brescia-Spezia 1-1
    Cesena-Ternana 4-0
    Como-Avellino 0-1
    Entella-Vicenza 4-1
    Lanciano-Pescara 1-2
    Latina-Crotone 2-2
    Modena-Salernitana 2-0
    Perugia-Livorno 4-1 
    Trapani-Pro Vercelli 1-1
  • Cagliari -Bari 2-1

I VIDEO

 

La giornata in pillole 

Cagliari-Bari 2-1 - Sau e Melchiorri trascinano il Cagliari che batte il Bari e vola a -1 dalla capolista Crotone. Partita bloccata sino al 22' poi un tiro da fuori di Salamon, improvviso e potentissimo, costringe Guarna a una respinta centrale. Melchiorri è il primo ad arrivare: bomba imparabile. Bravo il Cagliari poi a controllare la partita e a punire in contropiede al 35': splendido l'assist di Farias e implacabile Sau solo davanti a Guarna. Il Bari si rimette, però, subito in carreggiata con una punizione di Rosina: palla in mezzo da posizione defilata, nessuno tocca e traiettoria che termina all'angolino della porta. Poche emozioni nella ripresa: ma al 40' il Cagliari sbaglia il rigore del 3 a 1: Guarna respinge infatti il tiro di Sau

Ascoli-Novara 1-3 - Vola il Novara che espugna il campo dell'Ascoli per 3-1 nella giornata in cui si ricordava il presidente bianconero Costantino Rozzi, scomparso 21 anni fa. Novara in vantaggio dopo soli cinque minuti; Galabinov, servito da Gonzalez dopo una fuga causata da un clamoroso errore difensivo di Mengoni, insacca su Svedkauskas in uscita. La formazione piemontese sbaglia un paio di occasioni per il raddoppio che trova al 44', dopo aver ben gestito la gara, con un'azione fotocopia di quella del primo gol: sbaglia stavolta Jankto, va via Galabinov che serve a Gonzalez la palla dello 0-2. A inizio ripresa (7') si fa espellere per somma di ammonizioni Almici. Ascoli in dieci ma trova al gol al 20' quando Bellomo trasforma un calcio di rigore concesso per fallo di Poli su Perez. L'Ascoli ritrova energie, manca due buone opportunità con Perez e Bellomo e subisce il 3-1 definitivo al 43' quando Viola al termine di un dribbling insacca e consegna tre punti al Novara che scala la classifica.

Latina-Crotone 2-2 - Fallisce l'allungo in classifica il Crotone che viene fermato sul 2-2 a Latina. I padroni di casa hanno sbloccato il risultato al 30' del primo tempo con la rete di Esposito. I calabri hanno pareggiato su rigore con Ricci al 22' della ripresa. Due minuti prima il Latina era rimasto in 10 per l'espulsione di Ruben Olivera, autore del fallo, per doppia ammonizione. Il croato Budimir a 6' dal termine ha portato il Crotone in vantaggio di testa, con un gol contestato dai nerazzurri per un sospetto fallo sul portiere. Quando i tre punti sembravano cosa fatta per la formazione di Juric ecco il pari definitivo firmato da Acosty al 90'

Brescia-Spezia 1-1 - Botta e risposta Calaiò-Caracciolo: così Spezia e Brescia si divide no la posta. Ospiti in vantaggio al 22' con un rasoterra di Calaiò a sfruttare un brutto disimpegno di Mazzitelli. Il pareggio al 24' con Caracciolo a battere Chichizola su servizio di Embalo che sfonda sulla destra. Al 5' della ripresa espulso il tecnico del Brescia Boscaglia, nel recupero cacciato per doppio giallo Kupisz.

Como-Avellino 0-1 - Una punizione del ceco Nitriansky da 25 metri al 52' ha deciso la brutta partita tra Como e Avellino. Il Como, sempre più desolatamente ultimo, ha faticato a rendersi pericoloso e si è visto soltanto dopo il gol degli ospiti. I comaschi hanno sfiorato il pareggio con Ebagua e Ganz ma in entrambe le occasioni è stato decisivo il portiere avellinese Frattali.

Entella-Vicenza 4-1  - L'Entella riprende subito la marcia dopo la sconfitta di Pescara e batte 4-1 al Comunale di Chiavari il Vicenza che in sette giorni subisce il secondo ko in Liguria dopo quello alla Spezia. Subito in vantaggio dopo nove minuti i padroni di casa con uno splendido tiro al volo di Costa Ferreira che finisce all'incrocio dei pali. Pareggiano i veneti con un rigore conquistato è realizzato da Galano al 13' dopo un fallo di Keita. Nella ripresa sorpasso dell'Entella al 9' con un rigore di Caputo dopo trattenuta di Sampirisi su Ceccarelli. Al 15' il tris con Caputo che anticipa D'Elia dopo un cross di Keita e mette dentro. Al 38' arriva anche il poker di Masucci che sfrutta un errore di Sbrissa e batte Vigorito.

Lanciano-Pescara 1-2 - Nel derby d'Abruzzo di serie B il Pescara ha espugnato il Guido Biondi di Lanciano con il risultato di 2-1, al termine di novanta minuti combattuti. I biancazzurri ospiti hanno segnato il vantaggio al 26' del primo tempo con Gianluca Caprari e il raddoppio al 5' della ripresa con Memushaj su calcio di rigore assegnato per un tocco con la mano in area di Di Cecco; proprio quest'ultimo al 11' ha realizzato il gol per i locali. La gara é stata giocata davanti a oltre 4 mila spettatori di cui oltre 1.300 ospiti.

Cesena-Ternana 4-0 - Riparte il Cesena, dopo un punto in tre partite. Contro la Ternana arriva un successo, più netto nel risultato finale, 4-0, che nel gioco espresso, fondamentale per la squadra di Drago che continua a viaggiare all'interno dei playoff. Il merito del Cesena è quello di segnare alla prima occasione al 7': lancio lungo di Magnusson, Valjent sbaglia il fuorigioco e per Rosseti è un gioco da ragazzi attaccare la profondità, difendere palla e segnare. Primo gol a Cesena, dodicesimo marcatore stagionale dei bianconeri, e ritorno alla rete (non segnava dal 3 maggio 2014 contro il Modena quando era a Siena). Nella ripresa la squadra di Drago, più presente in campo e nel palleggio, chiude la gara in due minuti - tra il 76' e il 78' - complice una fascia destra nella mani di Ragusa che sfida l'acciaccato Vitale che nonostante un dolore al piede rimane in campo: è lui a disegnare l'assist per Kessie, piattone al volo a giro dentro l'area, e a guadagnarsi l'angolo che Sensi pennella per la testa di Caldara che schiaccia sorprendendo Mazzoni. Il poker è di Sensi direttamente su punizione al 93'.

Trapani-Pro Vercelli 1-1 - Pareggio in casa per il Trapani contro la Pro Vercelli. Vanno in vantaggio i granata con Coronado al 33. Pareggio degli ospiti al 32' della ripresa.

Perugia-Livorno 4-1 - Il Perugia ha vinto in rimonta 4-1 l'anticipo di serie B di oggi contro il Livorno, chiuso con un espulso per parte, Comi nel primo tempo e Parigini nella ripresa. In avvio ha spinto di più il Perugia, ma un buon Livorno ha sbloccato al 32' con l'ex biancorosso Moscati. Al 38' toscani in 10: Candussio ha espulso Comi per proteste subito dopo averlo ammonito per uno scontro con Belmonte. Allontanato anche il tecnico dei toscani Bortolo Mutti. Nella ripresa Bisoli ha cambiato le carte in tavola e in trenta minuti il Perugia ha ribaltato il risultato. All'11' ha segnato Drolè, al 26' Ardemagni e al 29' Parigini, che ha esultato togliendosi la maglia e per la somma dei gialli è stato espulso. Al 45' Ardemagni ha chiuso con il gol del 4-1.

Modena-Salernitana 2-0 - Il Modena vince lo scontro salvezza contro la Salernitana con un 2-0 maturato nei primi 45 minuti di gioco. Un successo che permette alla squadra di Crespo di salire a quota 21 superando gli stessi campani, fermi a 20 punti. Primo gol al 40', con Belingheri di testa su assist di Giorico. Protestano quelli della Salernitana per il fuorigioco dello stesso Belingheri, e in effetti il giocatore del Modena è oltre la linea dei difensori ospiti. Il raddoppio al 45' con Granoche di sinistro, dopo un'azione iniziata per un disimpegno sbagliato della Salernitana a metà campo. Nella ripresa il Modena tiene sempre sotto controllo la situazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA