• Serie A: Empoli Carpi 3-0, partita chiusa in 16 minuti

Serie A: Empoli Carpi 3-0, partita chiusa in 16 minuti

Giampaolo esulta, successo importante

Una accelerazione appena entrati in campo dopo l'intervallo, una folata di classe e lucidità che ha schiantato il Carpi nell'arco di 16 minuti. Tanti sono passati dal fischio d'inizio del secondo tempo al terzo gol, quello che di fatto ha tagliato le gambe a ogni velleità al Carpi. L'Empoli continua a stupire. Quelli della squadra di Marco Giampaolo sono numeri da grandi: da 10 gare gli azzurri vanno in gol, terza vittoria consecutiva, 20 punti nelle ultime 10 gare, con una media presto fatta di 2 punti a partita. Nemmeno nell'anno della qualificazione Uefa l'Empoli aveva 24 punti in 16 giornate, era il 2006/2007. Un record insomma. Non solo, Skorupski non subisce gol da 302 minuti: ultima rete incassata da Kalinic al 61' di Fiorentina-Empoli 2-2 del 22 novembre scorso. Ecco perché, nonostante il buon primo tempo del Carpi, l'Empoli è riuscito a vincere senza problemi.

Marco Giampaolo guarda avanti e di fronte a un'altra vittoria contro una diretta avversaria per la lotta per non retrocedere pensa ancora alla prossima partita: "A Bologna sarà una grande partita, in uno stadio bellissimo, un match stimolante che ci può far chiudere l'annata nel migliore dei modi. Pensiamo a questo. Io di solito so poco gioire delle vittorie, anche se mi rendo conto che quella di oggi col Carpi è un successo importante". Sulla gara e in particolare sul primo tempo il tecnico spiega: "Il Carpi si è chiuso molto, bisognava avere pazienza per trovare la giocata giusta. I ragazzi lo hanno fatto, sono stati bravi. Non mi sono piaciuti solo gli ultimi 20', abbiamo giocato troppo individualmente. Per 70' però la prestazione è stata eccellente". L'allenatore del Carpi Fabrizio Castori commenta così il ko: "Nel primo tempo siamo partiti bene, abbiamo chiuso le giocate dell'Empoli per poi ripartire. Abbiamo anche creato delle occasioni, ma se non le sfrutti è chiaro che la gara si complica. Nella ripresa non siamo stati molto concentrati, dispiace per come è andata. Ci prepariamo per il prossimo impegno, dobbiamo assorbire in fretta questa sconfitta. Ci aspettano Fiorentina e Juve". La sintonia di Giampaolo con la squadra cresce di giornata in giornata, Saponara ha abbracciato il tecnico dopo il gol: "Riccardo è un ragazzo straordinario, un giocatore forte. Gli sto dando fiducia e lui sta ripagando nonostante qualche problema fisico che per fortuna in questa settimana è diminuito". Il momento è comunque molto positivo: "Mi auguro possa continuare, è difficile per una squadra di provincia vincere 3 gare di fila. La società è stata brava a trovare i sostituti dei ragazzi ceduti, qui è un cantiere aperto". Saponara e Maccarone sono i grandi protagonisti del pomeriggio azzurro. Il trequartista: "Il mio abbraccio al tecnico? Mi sta dando fiducia anche se non sono stato bene, questo è molto importante". L'attaccante: "La classifica? Guardiamola pure, è bellissima e ci dà tanta carica, ma attenzione. Ricordo ancora alla Sampdoria quando facemmo benissimo nel girone di andata e poi retrocedemmo. Restiamo concentrati e lavoriamo tanto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA