Pennetta trionfa agli Us Open, NY ai piedi di Flavia

'Credo di non farcela più. Matrimonio con Fognini? Non ancora"

Flavia Pennetta ha deciso di ritirarsi, ma giocherà comunque fino a fine stagione. Lo ha annunciato la stessa 33enne brindisina, dopo avere battuto, nella finale degli Us Open di tennis, l'amica e corregionale Roberta Vinci. "Vorrei giocare fino alla fine della stagione, dopo però smetto. Era dall'inizio dell'anno che stavo pensando a cosa volevo fare da grande", ha spiegato, dopo aver dichiarato, con gli occhi lucidi, durante la cerimonia di premiazione: "Questo è stato il mio ultimo match agli Us Open, è una decisione che ho preso un mesetto fa e credo che questo sia il momento giusto per comunicarvela". "Giocherò a Wuhan e a Pechino, per adesso so solo questo. Le Olimpiadi del prossimo anno? Al momento non sono un mio obiettivo", ha poi precisato in conferenza stampa. E, alla domanda se avesse già fissato la data del matrimonio con Fabio Fognini - volato a New York per assistere al trionfo della fidanzata - ha risposto sorridendo: "Non ancora". Perché la decisione di smettere proprio dopo aver raggiunto il massimo traguardo della carriera? "Perché talvolta sta diventando difficile per me competere: questa è la ragione fondamentale". "Quando sei sul campo, quando devi giocare per 24 settimane all'anno, devi riuscire a combattere ogni settimana. E se non lo fai sempre con lo stesso impegno, tipo quello che ci ho messo io oggi, le cose possono andare male", ha spiegato. "Almeno funziona così per me, e non credo di farcela più. Quindi, questo è il momento migliore: è stata una decisione veramente difficile, ma sono contenta di averla presa. E sono davvero orgogliosa di me stessa", ha sottolineato la prima italiana ad aver vinto gli Us Open (e la seconda ad essersi aggiudicata un torneo Slam, dopo Francesca Schiavone al Roland Garros nel 2010). "Vincere qui è un sogno che diventa realtà. Ed è stato bellissimo giocare questa finale contro un'amica", ha aggiunto, anche se riconosce: "Non ho giocato il mio tennis migliore".

LA FINALE - Una finale tutta di nervi e di cuore, equilibrata solo nel primo set, porta sul tetto dell'Us Open femminile Flavia Pennetta Flavia Pennetta (PROFILO). A 33 anni la brindisina diventa la seconda regina italiana di uno slam dopo Roberta Schiavone, battendo 7-6 6-2 (FOTO) in un duello tricolore l'amica tarantina Roberta Vinci (PROFILO) , che è stata con lei protagonista di un momento storico per il tennis e lo sport italiani. Mai era accaduto, e probabilmente mai più accadrà, di vedere due azzurre, o azzurri, duellare per un titolo del Grande Slam.

A sottolineare l'eccezionalità dell'evento era volato a New York anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che in tribuna con il n.1 del Coni, Giovanni Malagò, ha applaudito le due pugliesi, in rappresentanza di tutta una nazione (FOTO).

Nel momento del trionfo, il più alto della sua carriera, la Pennetta ha fatto un annuncio-choc, assolutamente a sorpresa, "Avevo pensato di ritirarmi, questo è il mio ultimo Us Open. Non potevo pensare ad un modo migliore per chiudere". (LE FOTO DELLA FESTA

L'annuncio ha fatto sbalordire gli oltre ventimila appassionati che hanno assistito all'inattesa sfida tra la donna che aveva sgambettato Serena Williams sulla porta del Grande Slam e l'amica che ha nell'altra semifinale aveva letteralmente stracciato la n.2 al mondo, Simona Halep.

Mamma Pennetta, Flavia deve pensare al futuro - "Quando si arriva a una certa età, per una donna è così. Diventa importante organizzarsi anche fuori dal campo". Lo ha detto la mamma di Flavia Pennetta, Concita, durante i festeggiamenti al Ct Brindisi per la vittoria agli Us Open, rispondendo alle domande sulle ragioni del ritiro. Da tempo si vocifera delle possibili nozze con Fabio Fognini, n. 32 del ranking mondiale, che ieri è volato a New York per seguire la finale al termine della quale Flavia è stata incoronata regina a Flushing Meadows.

Il decimo duello in carriera professionistica tra due tenniste, che però hanno incrociato per la prima volta le racchette a nove anni, è stato vinto dalla brindisina, che dopo un primo set portato avanti punti a punto fino al tie break, si è poi risolto rapidamente con un 6-2 nella seconda partita. Una prima svolta era parsa concretizzarsi al quinto, interminabile game, del primo set, quando pennetta ha strappato la battuta alla rivale alla settima palla-break. Salita sul 4-2, la brindisina sembrava poter allungare ancora ma la Vinci, alla prima occasione, ha messo a segno il contro-break tornando sul 4 pari. Ancora equilibrio fino al tie-break che la Pennetta si è aggiudicata per 7 punti a 4.

Nel secondo set il break in suo favore è arrivato al secondo gioco, e il 4-0 è arrivato quasi di conseguenza. Nel quinto gioco la Vinci ha recuperato uno dei due break di svantaggio e non si è lasciata sfuggire l'occasione, recuperando fino al 2-4. La Pennetta ha accusato un poco la tensione, ma poi è tornata concentrata, chiudendo 6-2. "Non avrei mai pensato all'inizio del torneo di arrivare così lontano. E' un'emozione imprevedibile. Chi comincia a praticare sport vuole essere un numero uno. E' stato bellissimo giocare contro una vera amica che, per due settimane, ha giocato un grande tennis", ha detto alla fine la vincitrice. C'e' anche Fabio Fognini, tornato a New York per godersi la storica finale della fidanzata Pennetta L'azzurro aveva lasciato i campi di Flushing Meadows per tornare in Italia nei giorni scorsi, dopo l'eliminazione dal torneo americano ad opera di Feliciano Lopez. Nel turno precedente l'italiano aveva sconfitto, al termine di un entusiasmante match in rimonta di due set, Rafael Nadal.

"Ho perso in finale, ho perso da Flavia e sono molto felice per lei - sono state le parole di Roberta Vinci - Forse ero un po' stanca e magari si è visto nel primo set. Lei ha fatto meglio di me, devo solo farle le congratulazioni".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA