• Tennis: Sharapova vince Roland Garros, sconfitta Halep

Tennis: Sharapova vince Roland Garros, sconfitta Halep

Per la russa, alla 3/a finale di fila, secondo titolo dopo 2012

'La vie en rose' per Maria Sharapova, regina di Parigi. In elegante tenuta rosa pallido e pesca, la bella siberiana ha vinto, per la seconda volta, il Roland Garros battendo la romena Simona Halep, alla sua prima finale parigina, per 6-4 6-7 (5) 6-4, nella 14/a e penultima giornata del torneo intitolato all'asso della Prima guerra mondiale, pioniere dell' aviazione francese. Con la speranza, per l'Italia, che l'ultima si colori di rosa per Sara Errani e Roberta Vinci, impegnate nella finale del doppio, la loro terza consecutiva, contro la cinese Peng Shuai e la taiwanese Su-Wei Hsieh. E' stato, quello tra russa e la romena, un match di tre ore, bello, combattuto, avvincente, non a caso la prima finale del torneo femminile dal 2001 risolta in tre set.

La 27enne Sharapova, numero 8 del tennis mondiale (ma, dopo essere stata a lungo n. 1, tornerà lunedì tra le prime 5), si è imposta sulla Halep - cinque anni e 20 centimetri meno di lei (1,68 contro 1,88), ma quattro gradini più su nel ranking - grazie soprattutto alla maggiore esperienza e concentrazione nei momenti clou dell'incontro, aggiudicandosi la quarta delle loro quattro sfide. E concedendosi, oltre alle tradizionali emissioni vocali, alcuni atteggiamenti divistici e momenti di nervosismo che le hanno alquanto alienato le simpatie del pubblico. Subito sotto 2-0, la russa ha recuperato con due game interminabili, portandosi poi sul 4-2 e allungando sul 6-4. Equilibrato il secondo set, risolto solo al tie break, con la 22enne di Costanza, molto mobile e decisa, che rispondeva colpo su colpo alle bordate da fondo campo dell'avversaria.

Nella terza frazione, tra qualche punto contestato e con un pizzico di fortuna, Masha, di fronte ad una Halep per nulla intimorita e combattiva sino alla fine, ha sfoderato la sua classe, conquistando, alla terza finale consecutiva (dopo quella del 2012 vinta contro la Errani e quella dell'anno scorso persa contro Serena Williams, che in semifinale aveva superato la romagnola), il secondo titolo alla Porte d'Auteuil. Agevolato, indubbiamente, dal fatto che strada facendo erano uscite di scena le prime tre del mondo (la Williams, Li Na e la polacca Radwanska).

Per Maria Yurievna Sharapova è il 32/o titolo in carriera, il terzo del 2014 dopo Stoccarda e Madrid, il quinto Slam (dopo Wimbledon 2004, Us Open 2006, Open d'Australia 2008 e Roland Garros 2012).

"E' stata la finale più dura della mia carriera, la vittoria che mi ha dato più emozioni". Maria Sharapova rende omaggio all'avversaria sconfitta, la romena Simona Halep, dopo aver conquistato il suo secondo titolo al Roland Garros. "Giocava davvero molto bene, durante tutto il torneo ha mostrato incredibili qualità fisiche e tecniche. E' una molto regolare, che sarà presto la n. 3", ha detto la russa della romena. "Questo successo al Roland Garros, dieci anni dopo la mia prima vittoria in uno Slam (a Wimbledon, ndr), è molto emozionante per me, resto ancora senza voce", ha aggiunto.

Pur sconfitta, la Halep è soddisfatta di aver giocato la finale a Parigi: "Spero di avere altri grandi risultati in futuro, ma questo torneo rimarrà speciale per il resto della mia vita", il suo commento. "Dopo il match ho pianto per alcuni minuti prima di mettermi a sorridere, perché volevo approfittare del momento. Era la mia prima finale in uno Slam, ho fatto tutto quel che potevo, giocando un tennis di livello molto alto. Sono fiera di queste due settimane, sono state incredibili. Non dimenticherò mai questo match", ha sottolineato la 22enne di Costanza, definendo la Sharapova "molto forte mentalmente, una grande campionessa, di esperienza, che ha già vinto diverse finali Slam".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA