Telegram, 5 cose essenziali da sapere

E' una tra le app di messaggistica più amate dagli utenti

Redazione ANSA

Telegram è una delle app più amate al mondo, in particolare per quanto riguarda la tutela della privacy degli utenti, tanto da mettere i bastoni tra le ruote alla regina delle chat, WhatsApp.

Ecco 5 cose che forse non sapevi su Telegram.

Persino Papa Francesco la utilizza. Con 350 mila nuovi utenti ogni giorno Telegram è diventata in poco tempo una tra le app di messaggistica più amate dagli utenti. Tra gli aspetti più caratteristici di Telegram è importante ricordare l'importanza data alla privacy, come riporta Wired.it: “Tutte le conversazioni vengono criptate attraverso i server dell’app con una chiave a 256 bit, mettendole al riparo da occhi indiscreti”. La redazione di Skuola.net è andata più a fondo e ha trovato 5 cose da sapere su Telegram per restare al passo con i tempi, e usare al meglio la nuova app di tendenza per scambiare messaggi.

#5 Puoi sincronizzare tutto sul cloud
A lungo si è parlato della differenza tra Telegram e WhatsApp. L’aspetto principale che rende le due app di messaggistica diverse è che Telegram funziona attraverso cloud. Ecco perché tutte le chat sono sempre sincronizzate, a prescindere dal dispositivo che stai usando.

#4 E' disponibile su 8 piattaforme
Gratuita e disponibile. L’app di Telegram la trovi su Android, iPhone, iPad, web, Windows, Mac, Linux e, incredibilmente, anche su Windows Phone. In realtà si può accedere anche da browser, ma l’avvertimento è di non aprire troppe schede.

#3 Puoi creare gli stickers
Una delle particolarità di Telegram sono gli stickers molto simili alle emoticon delle chat di WhatsApp o Facebook. Gli stickers però sono personalizzabili da ogni utente.

#2 Puoi creare gruppi da oltre 1000 partecipanti
Telegram consente di creare gruppi fino a mille persone alle quali puoi inviare file fino a 1.5 GB, registrare messaggi vocali, condividere gif, video, foto e fare molte altre interazioni.

#1 Chat nascoste
Come con Snapchat, con Telegram puoi creare conversazioni segrete, dove i contenuti che condividi si autodistruggono in base a un timer programmato. E se stai già pensando di essere spiato da uno screen shot, non ti preoccupare, perché Telegram te lo segnala con una notifica.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in