Commissari esterni della maturità, 5 cose da sapere

Quando escono e come le materie, chi le stabilisce e cosa fare una volta conosciute. Ma non solo.

Redazione ANSA

A breve conosceremo le materie affidate ai commissari esterni della maturità. Tutti sicuri di essere pronti? Perchéci sono delle cose che bisogna assolutamente sapere, e a svelarle è Skuola.net: ecco 5 informazioni sulle materie affidate ai commissari esterni che forse ancora non conoscevi. Fino a oggi.

#5 Chi decide le materie affidate ai commissari esterni?
Il Ministero dell'Istruzione. Quindi smettetela di mettere ansia ai prof: loro non sanno niente, proprio come voi. L'unica che forse ora già le conosce è il ministro. Tutti gli altri comuni mortali, per sapere ciò che affronteranno durante la Maturità, dovranno attendere la comunicazione ufficiale del Miur.

#4 Quando escono?
Ancora non è dato saperlo. Anche stavolta l'unico a sapere quando escono materie e commissari maturità 2016 è il Ministero, quindi diffidate da chi vi dice di sapere la data del big day. Sì, anche se si tratta di un prof. In rete cominciano a girare voci sulla possibile data, ma ancora nulla di ufficiale è stato stabilito. Gli anni passati, il Miur ha comunicato materie e commissari durante gli ultimi giorni del mese di gennaio, per l'esattezza nel 2015 il 27 gennaio, nel 2014 il 31 e nel 2013 il 28. Quindi è probabile che anche per le materie e commissari maturità 2016 si dovrà attendere fino alla fine di questo mese. Ma non è detto. Il Miur potrebbe anche decidere di anticipare un po' i tempi: in fondo nel 2010 le materie e i commissari esterni maturità sono stati pubblicati il 15 gennaio, nel 2007 il 17 e nel 2008 addirittura l'8. Magari stanno uscendo proprio ora. Insomma, tenetevi pronti: meglio giocare d'anticipo che farsi trovare impreparati.

#3 Come escono?
Insieme alle materie della seconda prova 2016. Anzi, nel comunicato che il Miur diffonde il giorno del big day si specificano bene le materie della seconda prova, poi si allega anche un documento che spiega quali materie sono state affidate ai commissari esterni e quali agli interni.

#2 La regola dell'alternanza non è legge
Ed è stato proprio il 2015 a testimoniarlo. Fino a quell'anno è sempre stata rispettata: se un anno i commissari esterni sono usciti in prima prova, l'anno dopo sono toccati alla seconda. Ma si sa, la regola dell'alternanza non è una legge scritta, per cui nessuno ha l'obbligo di seguirla. Tanto meno il Ministero. E infatti, le materie affidate ai commissari esterni dello scorso anno non hanno seguito questo principio: alcuni indirizzi hanno avuto il prof esterno in prima prova, altri in seconda. Chissà cosa succederà quest'anno.

#1 Commissari esterni: non fanno sempre paura
La seconda prova di maturità è stata affidata a un commissario esterno? Non disperatevi. Infatti non è detto che i prof esterni siano per forza più crudeli degli interni, tanto più che non hanno nessun interesse a mettervi in difficoltà o, peggio, a bocciarvi. Anche i commissari esterni sono essere umani come tutti noi, anzi magari può capitarvi la fortuna di trovarvi di fonte un prof più magnanimo dei vostri. Anzi, se non avete mai brillato nei risultati scolastici, avere la materia di seconda provaaffidata a un commissario esterno può essere persino un vantaggio. Infatti, lui non conosce il vostro passato tra i banchi, né tanto meno i vostri voti. E per voi sarà come ripartire da zero: potete giocarvi davvero il tutto per tutto.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in