Referendum, Borsa Milano chiude debole. Slitta ok Mps su aumento

Piazza Affari recupera e termina a -0,2% dopo una giornata di turbolenze. Bene listini europei e Wall Street

Redazione ANSA MILANO

BORSA MILANO CHIUDE IN PARITA'. Dopo una giornata sull'ottovolante e nella quale ha perso anche oltre un punto percentuale sulla scia del voto del Referendum e dell'annuncio di dimissioni del premier Matteo Renzi, Piazza Affari chiude sostanzialmente stabile. Il Ftse-Mib ha ceduto lo 0,2% a 17.049 punti. In positivo invece i listini europei e Wall Street.

MPS, SLITTA DECISIONE SU AUMENTO. Si rinvia di qualche giorno, almeno tre o quattro, la decisione delle banche del consorzio di garanzia sulla firma del contratto per l'avvio dell'aumento di capitale. E' l'esito della riunione degli advisor. In base a quanto si apprende, il rinvio è per permettere agli attori in campo, compresi i possibili anchor investor, di valutare l'evoluzione politica, alla luce delle dimissioni del governo Renzi.

Borsa: chiusura record Wall Street, Dj +0,24% - Nuova chiusura record per Wall Street, col Dow Jones che guadagna lo 0,24% a 19.216,34 punti e il Nasdaq l'1,01% a 5.308,89 punti. Bene anche l'indice S&P500 che sale dello 0,58% a 2.204,71 punti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: