Il centrodestra senza Berlusconi ha Galliani e Iwobi

Bossi c'è. L'anti-Euro Bagnai contro Renzi. In Sicilia due miss

Marco Dell'Omo ROMA

Quasi chiuse le candidature per il centrodestra per le prossime politiche. Per i leader i posti sono già sostanzialmente decisi: ovviamente non ci sarà Silvio Berlusconi (sarà la prima volta dal 1992), incandidabile per la legge Severino. E non ci sarà il candidato premier da lui indicato Antonio Tajani, che presiede il parlamento europeo.

Ci sarà invece Matteo Salvini: sarà capolista nel proporzionale a Milano e anche in Liguria. Ci sarà Giorgia Meloni, che correrà nella sua Roma. Mentre Maurizio Lupi, animatore della "quarta gamba" dei centristi, sarà a Milano nel proporzionale. Lorenzo Cesa sarà candidato in Campania come capolista di Noi con l'Italia nel collegio che di Nola.

Il centrodestra sta scegliendo con cura il posizionamento dei candidati, in modo da dare filo da torcere agli avversari. Nel collegio del Senato a Firenze, quello di Matteo Renzi, sarà schierato l'economista anti-euro Alberto Bagnai. Sempre a Firenze ci sarà la presidente dell'associazione delle vittime di Banca Etruria, Letizia Giorgianni.

    L'aspettativa di un buon risultato elettorale ha reso la compilazione delle liste meno traumatica di quella del Pd. Oltre alle tante riconferme (i capigruppo di Forza Italia Paolo Romani e Renato Brunetta, il leghista Roberto Calderoli, il fondatore di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa, l'avvocato di Berlusconi Niccolò Ghedini e il fondatore della Lega Umberto Bossi, che avrà un posto a Varese) c'è una ampia quota di new entry. Forza Italia punta a portare in Senato l'ex ad del Milan Adriano Galliani e alla Camera l'ex direttore di Panorama Giorgio Mulè.

    Sempre dal mondo del giornalismo vengono il direttore del Quotidiano Nazionale Andrea Cangini e il componente del cda Rai Arturo Diaconale. In Abruzzo gli azzurri schierano Andrea Ruggieri, che è il nipote di Bruno Vespa.

    La Lega ha arruolato l'avvocato Giulia Bongiorno, ex legale di Giulio Andreotti: correrà in Liguria al Senato. Mara Carfagna sarà capolista alla Camera per Forza Italia in collegi plurinominali, quello di Napoli città e quello della provincia nord di Napoli. La parlamentare uscente non è invece candidata nell'uninominale. La responsabile nazionale comunicazione degli azzurri Deborah Bergamini sarà candidata in Toscana all'uninominale a Massa Carrara e, sempre in Toscana, capolista in un collegio plurinominale.

Con i centristi ci sarà la moglie di Clemente Mastella Sandra Lonardo, già presidente del consiglio regionale campano. Possibile, tra i centristi, anche un ritorno dell'ex sindaco leghista di Verona Flavio Tosi.

La Lega cerca invece di far eleggere il suo responsabile immigrazione che, curiosamente, è un immigrato africano, Tony Iwobi.

Dal mondo dello sport vengono l'atleta parolimpica Giusy Versace, che correrà con Forza Italia in Calabria, e il'ex calciatore del Napoli Giuseppe Incocciati , che avrà un posto nelle liste proporzionali in provincia di Frosinone. In Sicilia, tra gli azzurri hanno trovato posto in lista due miss: Ylenia Citino, che nel suo curriculum ha la partecipazione al programma di Maria De Filippi "Uomini e donne" e Matilde Siracusano, ex partecipante a Miss Italia nel 2005.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in