• Concorso Intercultura-Ansa, il mondo visto attraverso le foto degli studenti

Concorso Intercultura-Ansa, il mondo visto attraverso le foto degli studenti

Terza edizione di 'Un obiettivo sul mondo'. Cogliere la diversità culturale attraverso un'immagine

Redazione ANSA

I colori della bandiera irlandese - l’arancione dei capelli di una ragazza adolescente, il verde acceso dei campi - compongono la tavolozza cromatica dell’immagine vincitrice della terza edizione del concorso fotografico promosso da Intercultura e ANSA "Un obiettivo sul mondo"

Autrice di "Ginger Girl, Green Grass" è la 18enne Elisa Utili di Ravenna, un mese estivo trascorso a Cork, nel cuore della cultura gaelica.  

 Osservare una cultura diversa rispetto a quella di origine, attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, ha permesso agli oltre 400 adolescenti che hanno trascorso un mese all’estero quest’estate con Intercultura (in Irlanda, Gran Bretagna, Danimarca, Finlandia, Spagna, Russia, Stati Uniti, Canada, Argentina, Cina, India, Giappone) di conoscerla e, in parte, di interpretarla con maggiore cognizione di causa.

Il percorso proposto dall’Associazione Onlus è infatti mirato ad aiutare gli studenti a dotarsi di strumenti di osservazione della realtà culturale del Paese in cui vivranno per alcune settimane e a scoprire alcuni aspetti meno stereotipati della cultura locale. Moltissime e molto belle le foto in concorso. Tutte parlano di integrazione, tolleranza, accoglienza, scambio di valori e raccontano il futuro che immaginano i ragazzi.

Diverse le ragioni della scelta: la bellezza dell’immagine, il significato del messaggio, il contenuto interculturale. Nell'era dell'informazione digitale, l'obiettivo del concorso è anche diffondere modelli positivi di convivenza e respingere le semplificazioni, l'odio, la discriminazione.

Nel caso della foto vincitrice il messaggio nell’impronta che il bipolarismo religioso ha impresso nella storia del popolo irlandese.  "I colori della bandiera - scrive Elisa nella didascalia - rappresentano infatti l'unione della chiesa protestante con quella cattolica, ma rimandano anche all'anima più naturale dell’isola: la frizzantezza del verde nelle soffici colline che modellano il panorama, l'arancio che emerge dal sangue celtico e si manifesta nella chioma dei suoi abitanti, il bianco sporco delle nuvole che rendono il cielo tanto lunatico da ricreare una luce quasi sovrannaturale dalla quale ci si aspetta che da un momento all'altro esca alla scoperta un dispettoso leprecano".

Gli scatti permettono anche di bloccare un momento simbolo della tensione politica, come ha fatto Carlotta Rella, studentessa 17enne di Firenze, giunta seconda al concorso, che, nel mese trascorso a San Diego, ha puntato l’obiettivo verso "Il Muro" che minaccia di separare Stati Uniti e Messico, evidenziandone il ruolo di cesura tra popoli, famiglie, affetti, divisi da un confine invalicabile: "Viviamo in una società piena di razzismo, omofobia, bullismo, violenza e pregiudizi. Ma tutti abbiamo un pezzo di cuore davanti al polmone sinistro, con il quale possiamo distruggere i problemi. Dobbiamo sbriciolare il muro di fronte ai nostri occhi, mettere a fuoco la verità, conoscere e aprire la mente. Perché l'amore non può essere fermato da un muro, l'affetto di una madre o di un padre non può essere trasformato da una rete, il filo che unisce due persone non può essere tagliato dalla distanza. La vita è troppo corta per voler abbracciare qualcuno e non poterlo fare".

 

 

Elisa e Carlotta, assieme ad Anna Zambrini, studentessa 17enne di Tirano (in provincia di Sondrio) che ha trascorso il suo mese estivo in Giappone - carpendone tutta l’eleganza e l’armonia coniugate alla cultura millenaria del Paese che si fondono generando una sensazione di pace e tranquillità nella foto classificata terza e intitolata "Giardini di Kyoto" - trascorreranno una mattinata nella sede dell’ANSA lunedì 4 dicembre, assieme ai giornalisti per assistere alla riunione di redazione, vedere dove nasce una notizia e scoprire qualche trucco del mestiere dai responsabili della redazione immagini e di ANSA.IT.

 

Il concorso prevede un altro premio speciale per la prima classificata che si andrà il pomeriggio stesso del 4 dicembre a Bruxelles, come fotoreporter, per documentare il campo finale del programma trimestrale europeo promosso da Intercultura, a cui partecipano qualche centinaio di giovani di diversi Paesi per riflettere sui temi della cittadinanza attiva.

Chi volesse vivere l’esperienza raccontata in immagini da questi ragazzi e trascorrere un’estate controcorrente, c’è ancora tempo per iscriversi a un programma estivo della durata di un mese in un paese dell’Asia o del Nord America, dell’Europa o dell’America latina, anche accedendo alle borse di studio offerte da numerosi enti e aziende rivolte a figli di dipendenti, clienti o studenti in un determinato territorio.

Nel caso delle borse sponsorizzate, la scadenza delle iscrizioni varia tra il 14 e il 20 di gennaio 2018.

 

GUARDA TUTTE LE FOTO DEL CONCORSO 

 

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: