#photoansa2018 a Roma, 'Giornalismo è saper scegliere'

L'evento con il presidente Giulio Anselmi, l’amministratore delegato Stefano De Alessandri e il direttore Luigi Contu

Redazione ANSA

Le foto dal Maxxi. Un anno in 400 scatti dei fotografi dell'Ansa. A Roma la presentazione del libro #photoAnsa2018

Le interviste - il video. "Nel giornalismo la cosa più importante è scegliere e saper scegliere senza paura. Le scelte devono essere legate all'importanza degli eventi, eventi che devono essere in grado di meravigliare e sorprendere". Così il presidente dell'ANSA, Giulio Anselmi, ha aperto la presentazione del libro Photoansa al Maxxi di Roma, alla presenza del sindaco di Roma, Virginia Raggi, del sovrintendente degli scavi di Pompei, Massimo Osanna, Giovanni Floris, Nicola Piepoli e altre personalità. Ad accogliere gli ospiti il direttore dell'ANSA, Luigi Contu, che ha dato la parola all'amministratore delegato dell'agenzia, Stefano De Alessandri. "Quando sono arrivato all'ANSA - ha detto - ho trovato una conferma e una sorpresa: una conferma sulla sua credibilità e autorevolezza, una sorpresa perché mi aspettavo un'istituzione di vecchio stampo e ho trovato un'azienda che si sta evolvendo nella direzione giusta. Occorre continuare in questa evoluzione con una parola d'ordine che è innovazione".

Alla presentazione del libro è intervenuta la sindaca di Roma Virginia Raggi: "Domani ci sarà una grande operazione a Ostia. Andremo ad abbattere per la prima volta uno stabilimento completamente abusivo", ha detto Raggi parlando di legalità. "Siamo a un punto di svolta. Per due anni abbiamo costruito e seminato tanto, adesso si iniziano a vedere i primi germogli che sbocciano. Noi ci siamo candidati dicendo che avremmo cambiato le cose. Per farlo si deve scavare e purtroppo i risultati non arrivano subito. Abbiamo chiesto molta pazienza e ora iniziamo a ripagare con i risultati", ha sottolineato la sindaca.

Floris, divisione in due società è problema oggi

Piepoli, a europee quadro simile a politiche - "Di Maio e Salvini tendono ancora a salire nei consensi, seguendo il motto di Andreotti: il potere logora chi non ce l'ha. Le critiche ci sono state sempre, ma il problema è il futuro del paese e secondo l'opinione pubblica gli attuali governanti sono responsabili e sanno dove andare. Per questo hanno tra il 55% e il 60%, una forchetta che si ripete da tre mesi a questa parte". Lo ha detto Nicola Piepoli alla presentazione del libro Photoansa al Maxxi di Roma. "Siamo abituati ai sondaggi pianificati su decine d'anni - ha aggiunto -. Di solito le europee sono fotocopie delle elezioni politiche. Per questo io mi aspetto che venga rispettata quella tendenza".

IL LIVEBLOG 

Live Blog Photoansa 2018
 
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in