Il dramma dei dipendenti Ue, Junker rassicura

Morgan Stanley, pronto trasferimento per 2mila

Redazione ANSA

In mezzo ai timori scatenati dalla Brexit c'è qualcuno che ha ancora più paura: i dipendenti britannici che lavorano alla Commissione e che temono per il proprio posto di lavoro. Prova a rassicurarli in una lettera il presidente Jean Claude Juncker. 

La Commissione Ue intende mantenere i funzionari Ue di nazionalità britannica. È il senso della lettera inviata dal presidente della Commissione Ue al personale vista dall'ANSA. "In questo spirito di lealtà" che il personale britannico ha dimostrato "lasciando il cappello della vostra nazionalità alla porta" entrando in Commissione, "lavorerò con i presidenti delle altre istituzioni Ue per garantire che tutti noi possiamo continuare a contare sul vostro grande talento", scrive Juncker. "Come servitori civili europei siete sempre stati leali all'Unione, contribuendo enormemente al nostro progetto comune europeo. E così in questo spirito di lealtà reciproca che lavorerò con i Presidenti delle altre istituzioni Ue per assicurare che possiamo continuare a contare sul vostro eccezionale aiuto, esperienza e impegno. So che tutti avete legittime aspettative sui vostri diritti e doveri, le vostre famiglie che vi hanno seguiti a Bruxelles e i vostri figli che sono stati iscritti qui nelle scuole", scrive Juncker. "Lasciate che vi rassicuri che farò tutto ciò che è in mio potere come presidente della Commissione, per sostenervi ed aiutarvi in questo difficile processo - spiega -. Il nostro regolamento del personale sarà letto e applicato in uno spirito europeo". "Nei prossimi giorni e settimane, avrete l'opportunità di mostrare la Commissione europea al suo meglio. Gli occhi del mondo saranno su di noi, nell'attesa che portiamo stabilità, agiamo in modo deciso e sosteniamo i valori europei. Ho tutta la fiducia in voi. Assieme saremo all'altezza di questo compito", conclude.

Intanto Morgan Stanley è pronta a trasferire 2 mila dipendenti dalla sua sede di Londra in un altro Paese dopo la vittoria dei no all'Europa nel referendum sulla Brexit. Ne dà notizia la Bbc che cita fonti vicino alla banca d'affari, secondo cui fra le possibili destinazioni c'è l'Irlanda.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in