Veronica Panarello

La Corte d'assise d'appello di Catania ha confermato la sentenza di condanna di primo grado

"La Corte d'assise d'appello di Catania ha confermato la sentenza di condanna di primo grado e sarà interessante leggere le motivazioni e in particolar modo per vedere perché non hanno concesso le circostanze attenuanti generiche, una sorte di semi infermità, di non dovere rifare la perizia psichiatrica e il confronto col suocero. Valuteremo il ricorso in Cassazione". Lo ha affermato l'avvocato Villardita commentando la condanna a 30 anni di reclusione confermata in secondo grado alla sua assistita, Veronica Panarello. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA