Angela Celentano

La piccola di tre anni è scomparsa nel pomeriggio del 10 agosto 1996 sul Monte Faito

   Novità nel caso di Angela Celentano, la bambina di tre anni scomparsa nel pomeriggio del 10 agosto 1996 sul Monte Faito, a pochi chilometri da Napoli.  La trasmissione di Rete 4, "Quarto Grado", riferisce che "è stata ritrovata Celeste Ruiz, la ragazza messicana che nel 2010 scrisse ai Celentano sostenendo di essersi riconosciuta nelle foto della bambina scomparsa e di stare bene. Da quel momento, Celeste era irrintracciabile. La ragazza è stata individuata proprio in Messico". Secondo gli accertamenti già compiuti, la ragazza non è Angela Celentano. 
   
La ''pista messicana'' era stata battuta con le ricerche partite nel 2010 dopo che una ragazza - presentatasi come Celeste Ruiz - si era messa in contatto con la famiglia dicendo di abitare in Messico, di essersi riconosciuta nelle foto della minore e di stare bene. Il governo messicano aveva di recente posto una ricompensa di tre milioni di pesos (circa 144 mila euro) per chiunque desse notizie utili per rintracciare la ragazza.

La donna ritratta nella foto e indicata come Celeste, foto inviata per email nel 2010 alla famiglia della piccola scomparsa, non si chiama Celeste Ruiz e non è Angela Celentano ma una psicologa messicana, residente in Francia e all'oscuro di tutto. E' quanto emerso dalle dichiarazioni e dalla prova del Dna cui è stata sottoposta la donna.

In sostanza, era stata attribuita da sconosciuti l'identità fasulla di una presunta Celeste Ruiz alla foto della psicologa. L'immagine ed alcuni messaggi spediti alla famiglia avevano alimentato le speranze circa un possibile ritrovamento di Angela. Sul fatto proseguono le indagini della Procura di Torre Annunziata (Napoli) per provare a identificare l'autore o gli autori del falso che hanno anche inviato la mail ai genitori di Angela.

La psicologa francese ha abbracciato i genitori di Angela Celentano, a Torre Annunziata (Napoli) dove si trova la Procura che indaga sulla scomparsa della bimba. I genitori sono scoppiati in lacrime. ''Si tratta - dice il legale - di una professionista e madre di figli. Una donna totalmente all'oscuro di quanto era successo. E che, una volta ultimati i test ha voluto incontrare i genitori di Angela e si è abbracciata caldamente con Maria''. ''La donna è rimasta in Italia due giorni per tutti gli accertamenti, quindi ha incontrato alla Procura di Torre Annunziata (Napoli) i miei assistiti prima di lasciare il palazzo da una uscita secondaria. Ho parlato con lei, che ha qualche anno in più di quanti ne ha oggi Angela: era sconvolta e dispiaciuta. Per questo ha voluto incontrare Catello e Maria Celentano''

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA