• Softlab inaugura nuova sede, un centro tecnologico all'Eur
ANSAcom

Softlab inaugura nuova sede, un centro tecnologico all'Eur

Dove fu progettato il quartiere, esperti di cybersicurezza e Iot

ANSAcom

ROMA - Dalla cyber-sicurezza all'Internet of things Iot, dal blockchain alla digitalizzazione dei processi produttivi. La società di trasformazione digitale Softlab apre a Roma la sua nuova sede nel palazzo dove è stato disegnato il quartiere futuristico dell'Eur. Nello spazio dove lavoravano i progettisti dell'Eur ora hanno i loro computer informatici e sviluppatori di software . "Cosi come quegli architetti che trascorrevano ore infinite della loro vita nella sala dei disegni nel lontano 1937 per immaginare un futuro, anche noi oggi stiamo immaginando un nuovo futuro fatto di pensiero evoluto, creatività, tecnologia", afferma l'amministratore delegato di Softlab, Giovanni Casto, nel corso dell'inaugurazione della nuova sede. In occasione dell'evento è stata allestita la mostra "Intrecci di storie, spazi, persone: un racconto fotografico", un percorso espositivo che ripercorre la storia del quartiere e di Softlab.

I nuovi uffici rappresentano un nuovo inizio per la società che, fondata nel 1985, sta uscendo da un periodo di crisi sotto la guida di un nuovo management, subentrato nel 2017, con Giovanni Casto nel ruolo di amministratore delegato e Sargis Ghazaryan come presidente. "Oggi è una giornata importante, non solo per l'inaugurazione, ma perché è l'ultimo giorno del contratto di solidarietà, ereditata dalla precedente governance, che si è conclusa proprio oggi", ha detto l'amministratore delegato, parlando con i dipendenti.

Un riconoscimento del lavoro svolto dalla società è arrivato anche dal segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli. "In questa sede - ha dichiarato il leader sindacale - si vede come l'utilizzo di tecnologia e l'investimento sulle persone aiuta a uscire al più presto dagli ammortizzatori sociali e ad avere una salute economica e in termini di sostenibilità positiva".

La società ha chiuso il bilancio 2017 in positivo e ha segnali incoraggianti per il 2018. Ssta cercando altri 40 dipendenti da aggiungere ai circa 600 attuali. "Nell'ultimo anno e mezzo abbiamo fatto un impegno di investimento, di ricerca, di formazione per presentarci al mercato con offerte innovative: sul tema della cybersecurity siamo pronti a partire all'inizio del 2019 e alla fine del 2018 potremo lanciare anche la nuova offerta digital, con una business unit che si occuperà di digitalizzazione dei processi.

Inoltre, tra poche settimane, sarà presentato ufficialmente il corridoio biometrico, una piattaforma tecnologica realizzata con l'università di Salerno che consente il riconoscimento facciale delle persone in modo veloce e sicuro e potrà agevolare i controlli di frontiera. Altri progetti realizzati dalla società spaziano dall'impiego di droni e intelligenza artificiale contro la dispersione della rete idrica a sistemi di smart home in grado di interagire con l'impianto elettrico tradizionale.

 

In collaborazione con:
Softlab

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: