Ilaria Cucchi querela Salvini per parole dopo sentenza

Lamorgese sostituisca ex ministro in parte civile sui depistaggi

Ilaria Cucchi presenterà una querela per le affermazioni fatte dall'ex ministro Matteo Salvini dopo la sentenza con cui la Corte d'Assise ha condannato cinque carabinieri, due per omicidio preterintenzionale, in relazione alla morte del fratello Stefano. Salvini aveva affermato, dopo la sentanza sul giovane geometra romano "dimostra che la droga fa male".

Facebook non oscura "i commenti ed i post di insulti e minacce e falsità che, molto bene organizzati, sono comparsi sui social dopo la presa di posizione pubblica dell'ex Ministro dell'Interno", ha scritto la sorella di Stefano in un post su Facebook, aggiungendo: "mi piacerebbe tanto che l'attuale Ministro dell'Interno sostituisse la costituzione di parte civile fatta proprio da Salvini con la propria. Non sono un avvocato ma forse potrebbe essere possibile".

Già nei giorni scorsi la Cucchi aveva manifestato la propria intenzione di querelare l'ex ministro.

"Dopo Carola Rackete, mi querela la signora Cucchi? Nessun problema, sono tranquillissimo, dopo le minacce di morte dei Casamonica e i proiettili in busta, non è certo una querela a mettermi paura. Spero che il Parlamento approvi subito la legge "droga zero" proposta dalla Lega, per togliere per sempre ogni tipo di droga dalle strade delle nostre città", così il segretario della Lega Matteo Salvini.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA