Salvini, Conte dica se usava Servizi Segreti come dependance

Ex vicepremier all'attacco: 'Conte deve dire al popolo italiano se usava e usa tuttora' l'intelligence 'come portatori di acqua e di bevande'

"Se ci sono incontri di cui gli italiani, ma neanche i vice presidenti del Consiglio sapevano nulla, che riguardavano scandali internazionali veri. Se il presidente del Consiglio usava e continua ad usare tuttora i servizi segreti come una sua dependance, come dei portatori di acqua e di bevande, spieghi al popolo italiano perché e per come". Così Matteo Salvini, senatore e leader della Lega, commenta, ad Agorà Rai Tre, la possibile convocazione del premier Conte al Copasir.

All'interno del Comitato per il controllo sull'attività dei Servizi segreti è stata avanzata la richiesta di sentire in audizione il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in relazione alla visita a Roma del ministro della Giustizia Usa William Barr e ai suoi contatti con i vertici dell'intelligence italiana. 

Attualmente, però, l'organismo non può convocare nessuno e nemmeno riunirsi: il presidente Lorenzo Guerini è infatti diventato ministro della Difesa senza finora essere stato sostituito all'interno del Comitato, che non è dunque nella pienezza delle sue funzioni.


   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA