Tofalo, il sottosegretario alla Difesa in mimetica

M5s alla sua seconda legislatura, in passato membro del Copasir

Angelo Tofalo è stato riconfermato come sottosegretario alla Difesa nel nuovo governo Conte bis.
    L'esponente M5s, che ricopriva la stessa carica nel precedente governo fin dalla sua nascita nel 2018, ha 38 anni, è di origini salernitane ed è alla sua seconda legislatura come deputato.
    Laureato in ingegneria idraulica-geotecnica, Tofalo è stato, durante la precedente legislatura, anche membro del Copasir e in seguito - già dal 2018 durante il primo incarico di sottosegretario alla Difesa - è stato nominato componente effettivo del Consiglio nazionale anticontraffazione.
    Una delle 'caratteristiche' del Tofalo sottosegretario (che per motivi di studio non ha fatto il servizio militare) è stata quella di verificare in prima persona, sul campo, le problematiche del mondo in grigioverde. Quando così è scoppiata la polemica sul disagio dei soldati del dispositivo Strade sicure ha voluto indossare l'equipaggiamento per capire se fosse davvero così ingombrante e pesante: le foto di Tofalo in mimetica, giubbetto antiproiettile e mitra hanno fatto il giro del web. Così come quelle a bordo del sommergibile Scirè con gli specialisti della Marina, o alla cloche del simulatore di volo dell'Aeronautica T346 o infine col paracadute, in tandem, giù da 4.500 metri aggrappato ad un paracadutista del Tuscania. Non si tratta di fare il Rambo - puntualizza il sottosegretario, rispondendo anche a chi in passato lo ha criticato o ha ironizzato su questo modo molto 'attivo' di interpretare il suo ruolo - "ma sono convinto che l'autorità politica, per entrare nel merito delle cose e prendere le giuste decisioni, debba conoscere anche da dentro il mondo di cui si sta occupando". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA