Montecitorio si trasforma in set per docufilm su Nilde Iotti

Anna Foglietta nel ruolo della presidente della Camera

Ciack si gira a Montecitorio. La Camera si è trasformata oggi in un set cinematografico per le riprese di "Vita di Nilde", un docufilm su Nilde Iotti che sarà trasmesso a dicembre su Rai Uno. Partiti per le ferie i deputati, i corridoi e i saloni della Camera si sono riempiti di operatori e comparse. Nell'Aula della Camera è stato messo in scena il discorso di insediamento di Nilde Iotti, che fu eletta al vertice di Montecitorio il 20 giugno del 1979, prima donna a ricoprire quella carica. Il ruolo della Iotti è interpretato dall'attrice Anna Foglietta. Il trucco, la gestualità e l'abbigliamento hanno sorpreso ed emozionato l'ex portavoce della Iotti Giorgio Frasca Polara, che ha assistito alle riprese della mattinata: "Quando l'ho vista devo dire che ho avuto un momento di "sbarellamento". Sembrava proprio la Nilde, ritornata per un giorno alla Camera".

Il docufilm è una produzione Anele di Gloria Giorganni ed è scritto dallo sceneggiatore di Montalbano, Salvatore De Mola, dal giornalista Marco Dell'Omo e dal regista Emanuele Imbucci, ripercorre la vita della Iotti dagli anni della resistenza fino al suo incarico di presidente, mettendo in scena il suo contrastato rapporto con Palmiro Togliatti (che inizialmente era malvisto e osteggiato dai vertici del PCI) e il suo costante impegno per l'emancipazione delle donne italiane. Sempre oggi, nell'Aula della Camera, è stato messo in scena l'intervento che fece Nilde Iotti nel 1969 in favore della legge sul divorzio accanto a Enrico Berlinguer, interpretato da Vincenzo Amato. Altri interpreti del film sono Francesco Colella, nel ruolo di Togliatti, e Linda Caridi, nel ruolo di una giovane militante comunista.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA