Salvini: 'Flat tax da almeno 15 miliardi, fondi già trovati'

'Vogliamo anticipare la manovra d'autunno' dice il vicepremier. 'L'Ue non esageri comunque vada taglio le tasse'

La flat tax si farà? "Ovvio". Così risponde Matteo Salvini a SkyTg24 che lo intervista a Milano Marittima. Varrà "almeno 15 miliardi", fondi che sono stati "già trovati", assicura. "Non è un capriccio della Lega diminuire le tasse alle famiglie, alle imprese, ai lavoratori. E' l'unico modo per far ripartire questo Paese. A Bruxelles si mettano l'anima in pace: nel 2020 non tutti ma tanti italiani pagheranno meno tasse, apriranno nuove imprese e ci saranno più assunzioni".

Nessuna manovra aggiuntiva dice il vicepremier ma anticipare la manovra d'autunno.  "No, nessuna nuova tassa in più. Anzi, vogliamo fare subito la manovra che di solito si fa in inverno" dichiara Salvini.

"Sull'immigrazione l'Europa continua a non esistere: non esagerassero parlando di infrazione, multe, commissari. Noi all'Europa diamo sei miliardi l'anno quindi ci permettano di tagliare le tasse agli italiani. Cosa che io farò qualunque cosa accada": così il vicepremier della Lega, in un'intervista sulla spiaggia di Milano Marittina a SkyTg24. Il premier Giuseppe Conte "sta lavorando bene, sta lavorando bene".  Quanto durerà il governo? "Quattro anni", risponde il vicepremier. 

 "Nessuno ha ancora visto nel dettaglio il piano della Lega sulla Flat tax. Nessuno ha ancora visto le coperture, non le conosciamo o almeno io in modo ufficiale non ho ancora ricevuto nulla, ma non lo dico con vena polemica, anzi. Siamo fiduciosi che la Lega le presenti. Sono 15 miliardi, non sono pochi, ma se la Lega per un anno ha detto che si può fare non abbiamo motivo di pensare il contrario". Lo dichiara, interpellata dall'ANSA, il viceministro all'economia Laura Castelli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA